Art. 138 – Testo Unico Enti Locali

(D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali - TUEL)

Annullamento straordinario

Articolo 138 - testo unico enti locali

1. In applicazione dell’articolo 2, comma 3, lettera p), della legge 23 agosto 1988, n. 400 il Governo, a tutela dell’unità dell’ordinamento, con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno, ha facoltà, in qualunque tempo, di annullare, d’ufficio o su denunzia, sentito il Consiglio di Stato, gli atti degli enti locali viziati da illegittimità.

Articolo 138 - Testo Unico Enti Locali

1. In applicazione dell’articolo 2, comma 3, lettera p), della legge 23 agosto 1988, n. 400 il Governo, a tutela dell’unità dell’ordinamento, con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno, ha facoltà, in qualunque tempo, di annullare, d’ufficio o su denunzia, sentito il Consiglio di Stato, gli atti degli enti locali viziati da illegittimità.

Massime

La questione relativa alla legittimità dell’atto del Prefetto che, in forza dei poteri di vigilanza sul Sindaco, abbia ordinato all’Ufficiale dello stato civile di annullare la trascrizione, nei relativi registri, di un matrimonio contratto all’estero tra persone dello stesso sesso, ritenendolo inesistente per la mancanza del requisito indefettibile della diversità di genere della coppia, appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario e non a quella amministrativa, poiché la soluzione della controversia comporta l’esame, in via pregiudiziale, quale antecedente logico necessario, della validità nel nostro ordinamento del matrimonio contratto all’estero, che, riguardando una questioni di “status”, ex art. 8, comma 2, c.p.a. è esclusivamente riservata all’autorità giudiziaria ordinaria. (Corte di Cassazione Sezione U Civile Sentenza 27 giugno 2018 n. 16957)

 

Istituti giuridici

Novità giuridiche