Art. 12 – Testo Unico Enti Locali

(D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 - Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali - TUEL)

Sistemi informativi e statistici

Articolo 12 - testo unico enti locali

1. Gli enti locali esercitano i compiti conoscitivi e informativi concernenti le loro funzioni in modo da assicurare, anche tramite sistemi informativo-statistici automatizzati, la circolazione delle conoscenze e delle informazioni fra le amministrazioni, per consentirne, quando prevista, la fruizione su tutto il territorio nazionale.
2. Gli enti locali, nello svolgimento delle attività di rispettiva competenza e nella conseguente verifica dei risultati, utilizzano sistemi informativo-statistici che operano in collegamento con gli uffici di statistica in applicazione del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322. È in ogni caso assicurata l’integrazione dei sistemi informativo-statistici settoriali con il sistema statistico nazionale.
3. Le misure necessarie sono adottate con le procedure e gli strumenti di cui agli articoli 6 e 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

Articolo 12 - Testo Unico Enti Locali

1. Gli enti locali esercitano i compiti conoscitivi e informativi concernenti le loro funzioni in modo da assicurare, anche tramite sistemi informativo-statistici automatizzati, la circolazione delle conoscenze e delle informazioni fra le amministrazioni, per consentirne, quando prevista, la fruizione su tutto il territorio nazionale.
2. Gli enti locali, nello svolgimento delle attività di rispettiva competenza e nella conseguente verifica dei risultati, utilizzano sistemi informativo-statistici che operano in collegamento con gli uffici di statistica in applicazione del decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322. È in ogni caso assicurata l’integrazione dei sistemi informativo-statistici settoriali con il sistema statistico nazionale.
3. Le misure necessarie sono adottate con le procedure e gli strumenti di cui agli articoli 6 e 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

Massime

Deve essere dichiarata l’estinzione del processo relativo alla questione di legittimità costituzionale dell’art. 2, comma 1, della legge 20 dicembre 2012, n. 22 – impugnato dal Presidente del Consiglio dei Ministri in riferimento all’art. 117, terzo comma, e 119, Cost., nonché agli artt. 8 e 9 dello statuto della Regione Trenitno-Alto Adige – che riconosce agevolazioni in materia di imposta municipale unica per gli immobili ricadenti nella categoria catastale D, non previste dalla disciplina statale. Infatti, la rinuncia al ricorso, accettata dalla controparte costituita, determina, ai sensi dell’art. 23 delle norme integrative per i giudizi davanti alla Corte costituzionale, l’estinzione del processo. (Corte Costituzionale Sentenza 10 marzo 2014 n. 40)

Nelle controversie in materia di eleggibilità al consiglio comunale, la notificazione del ricorso al comune non ha la funzione di instaurare nei suoi confronti un rapporto processuale, ma solo di dargli notizia del procedimento, con la conseguenza che essa non comporta l’attribuzione della qualità di parte processuale, ponendosi il comune in posizione neutra per non essere titolare di alcun interesse particolare in materia. Ne consegue, altresì, l’inammissibilità della condanna del comune alle spese, difettando il requisito della soccombenza. (Corte di Cassazione Sezione 1 Civile Sentenza 29 marzo 2013 n. 7949)

 

Istituti giuridici

Novità giuridiche