Registrazione marchio online

Hai bisogno di registrare il tuo marchio aziendale? Officeadvice.it dispone di professionisti altamente specializzati per la registrazione di marchi e brevetti sia a livello nazionale che a livello comunitario.

Tariffe

Tipo di registrazioneTariffa officeadvice.itImposte e bolliAggiunta classi merceologiche
Nazionale€ 190,00 + iva€ 177,00 (1 classe merceologica)€ 34,00 per ogni classe aggiuntiva
Unione Europea€ 230,00 + iva€ 850,00 (1 classe merceologica)€ 50,00 per la seconda classe e poi € 150,00 per ogni ulteriore classe aggiuntiva
InternazionalePreventivo separato////

Approfondimenti

1. Perché registrare un marchio?

Il marchio rappresenta il carattere distintivo dell’azienda. Al marchio viene quindi associato, il know-how e la reputazione aziendale. Per questo risulta di fondamentale importanza tutelare il proprio segno distintivo. Attraverso la sua registrazione, quindi, si godrà del diritto esclusivo ad essere rappresentati nel  mercato da quel segno distintivo.
A soggetti terzi sarà altresì vietato l’utilizzo di un marchio simile a quello registrato che possa generare confusione nel pubblico.

2. Quali requisiti dovrà avere un marchio?

Affinché il deposito del marchio risulti valido è necessario che lo stesso goda dei requisiti indicati dagli articoli 12, 13 e 14 del codice delle proprietà industriali.
Di seguito l’elenco dei requisiti in assenza dei quali il marchio sarà considerato nullo:
   Originalità – quindi diverso dagli altri marchi presenti sul mercato ed operanti nello stesso settore. Non potranno essere utilizzate denominazioni generiche dei prodotti oggetto di mercato da parte dell’azienda. Non potranno altresì essere utilizzate indicazioni descrittive dei prodotti oggetto di commercio da parte dell’azienda.
   Verità – questo requisito vieta la possibilità di registrare un marchio con segni idonei a generare inganno nel pubblico, ovvero che dal simbolo possano essere associate caratteristiche ingannevoli ai prodotti oggetto di commercio.
Novità – Il marchio oggetto di registrazione non deve essere stato già utilizzato in passato e non deve corrispondere a segni di uso comune (esempio: telefono per compagnia telefonica).
   Liceità – i segni contenuti non dovranno essere contrari alla legge

3. Registrazione del marchio e territorialità

La validità di un marchio a livello territoriale è determinata dall’ufficio in cui lo stesso viene depositato.
Con riferimento al solo territorio nazionale, il deposito del marchio viene effettuato presso le varie camere di commercio presenti in Italia.
Nel caso in cui, invece, si voglia tutelare il segno identificativo della propria azienda in tutti i paesi della comunità europea, il deposito dovrà essere effettuato presso l’ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno ad Alicante, in Spagna.
Invece per la registrazione del marchio internazionale, dovrà effettuarsi presso l’agenzia delle nazioni unite con sede in Svizzera e, precisamente, a Ginevra.
In quest’ultimo caso, ci sono diversi fattori da tenere in considerazione e che saranno oggetto di trattazione nel paragrafo successivo.

3.1 Registrazione del marchio e territorialità

La registrazione di un marchio a livello internazionale presuppone una serie di attività singolari rispetto agli altri tipi di registrazione territoriale.
Effettuando la registrazione internazionale, infatti, si ha la garanzia che il proprio marchio venga tutelato nei paesi che hanno aderito al cosiddetto accordo di Madrid. Lo stesso, però, anche se oggetto di registrazione internazionale, non sarà tutelato nei paesi che non hanno aderito al predetto accordo.
In questo ultimo caso, oltre alla registrazione standard presso gli uffici di Ginevra, se si intende tutelare il proprio marchio anche in paesi non aderenti all’accordo, sarà necessario effettuare una procedura di registrazione direttamente nel paese in cui si vuole tutelare il proprio segno distintivo.
Per questo e per altre variabili, risulta estremamente fare una analisi dei costi di registrazione senza capire quali sono gli obiettivi del registrante.

3.1.1 Registrazione del marchio e territorialità

Le lingue utilizzabili per il deposito del marchio internazionale sono:

  • Inglese;
  • Francese;
  • Spagnolo.

La durata degli effetti di protezione derivanti dalla registrazione internazionale del marchio è pari a dieci anni con illimitate possibilità di rinnovo.

4. Ricerca di marchi anteriori simili o uguali

Uno strumento importante, per non incorrere in spiacevoli procedure di opposizione alla registrazione del marchio, ci è dato dalla possibilità di effettuare un ricerca sui marchi registrati anteriormente a quello che si intende registrare.
I nostri professionisti, altamente specializzati nella registrazione dei marchi e brevetti, prima di procedere alla registrazione del marchio richiesto effettueranno una capillare ricerca per evitare la registrazione di un marchio uguale o simile ad altro marchio già registrato.

5. La scelta delle classi merceologiche

Altro fattore determinante per la registrazione del proprio marchio è la corretta individuazione delle classi merceologiche per le quali si intende far valere i propri diritti di utilizzo in maniera esclusiva. La registrazione, infatti, comporterà una tutela del proprio marchio solo per le classi merceologiche indicate all’atto della registrazione.

5.1 La classificazione di Nizza

Ma cosa sono le classi merceologiche? Per classe merceologica si intende il settore in cui opera l’impresa o il genere di prodotto che offre. Per avere un quadro unitario, internazionale delle classi merceologiche, si fa riferimento alla c.d. Classificazione di Nizza.

1Prodotti chimici destinati all’industria, alle scienze, alla fotografia, come anche all’agricoltura, all’orticoltura e alla silvicoltura; Resine artificiali allo stato grezzo, materie plastiche allo stato grezzo; Concimi per i terreni; Composizioni per estinguere il fuoco; Preparati per la tempera e la saldatura dei metalli; Prodotti chimici destinati a conservare gli alimenti; Materie concianti; Adesivi (materie collanti) destinati all’industria.
2Colori, vernici, lacche; Prodotti preservanti dalla ruggine e dal deterioramento del legno; Materie tintorie; Mordenti; Resine naturali allo stato grezzo; Metalli in fogli e in polvere per pittori, decoratori, tipografi e artisti.
3Preparati per la sbianca e altre sostanze per il bucato; Preparati per pulire, lucidare, sgrassare e abradere; Saponi; Profumeria, olii essenziali, cosmetici, lozioni per capelli; Dentifrici.
4Olii e grassi industriali; Lubrificanti; Prodotti per assorbire, bagnare e far rapprendere la polvere; Combustibili (comprese le benzine per i motori) e materie illuminanti; Candele e stoppini per illuminazione.
5Prodotti farmaceutici e veterinari; Prodotti igienici per scopi medici; Alimenti e sostanze dietetiche per uso medico o veterinario, alimenti per neonati; Complementi alimentari per umani ed animali; Impiastri, materiale per fasciature; Materiali per otturare i denti e per impronte dentarie; Disinfettanti; Prodotti per la distruzione degli animali nocivi; Fungicidi, erbicidi.
6Metalli comuni e loro leghe; Materiali per costruzione metallici; Costruzioni metalliche trasportabili; Materiali metallici per ferrovie; Cavi e fili metallici non elettrici; Serrami e chincaglieria metallica; Tubi metallici; Casseforti; Prodotti metallici non compresi in altre classi; Minerali.
7Macchine e macchine-utensili; Motori (eccetto quelli per veicoli terrestri); Giunti e organi di trasmissione (eccetto quelli per veicoli terrestri); Strumenti agricoli tranne quelli azionati manualmente; Incubatrici per uova; Distributori automatici
8Utensili e strumenti azionati manualmente; Coltelleria, forchette e cucchiai; Armi bianche; Rasoi
9Apparecchi e strumenti scientifici, nautici, geodetici, fotografici, cinematografici, ottici, di pesata, di misura, di segnalazione, di controllo (ispezione), di soccorso (salvataggio) e d’insegnamento; Apparecchi e strumenti per la conduzione, distribuzione, trasformazione, accumulazione, regolazione o controllo dell’elettricità; Apparecchi per la registrazione, la trasmissione, la riproduzione del suono o delle immagini; Supporti di registrazione magnetica, dischi acustici; Compact disk, DVD e altri supporti di registrazione digitale; Meccanismi per apparecchi di prepagamento; Registratori di cassa, macchine calcolatrici, corredo per il trattamento dell’informazione, computer; Software; Estintori
10Apparecchi e strumenti chirurgici, medici, dentari e veterinari, membra, occhi e denti artificiali; Articoli ortopedici; Materiale di sutura
11Apparecchi di illuminazione, di riscaldamento, di produzione di vapore, di cottura, di refrigerazione, di essiccamento, di ventilazione, di distribuzione d’acqua e impianti sanitari
12Veicoli; Apparecchi di locomozione terrestri, aerei o nautici
13Armi da fuoco; Munizioni e proiettili; Esplosivi; Fuochi d’artificio
14Metalli preziosi e loro leghe e prodotti in tali materie o placcati non compresi in altre classi; Oreficeria, gioielleria, pietre preziose; Orologeria e strumenti cronometrici
15Strumenti musicali
16Carta, cartone e prodotti in queste materie, non compresi in altre classi; Stampati; Articoli per legatoria; Fotografie; Cartoleria; Adesivi (materie collanti) per la cartoleria o per uso domestico; Materiale per artisti; Pennelli; Macchine da scrivere e articoli per ufficio (esclusi i mobili); Materiale per l’istruzione o l’insegnamento (tranne gli apparecchi); Materie plastiche per l’imballaggio (non comprese in altre classi); Caratteri tipografici; Cliché
17Caucciù, guttaperca, gomma, amianto, mica e prodotti in tali materie non compresi in altre classi; Prodotti in materie plastiche semilavorate; Materie per turare, stoppare e isolare; Tubi flessibili non metallici
18Cuoio e sue imitazioni, articoli in queste materie non compresi in altre classi; Pelli di animali; Bauli e valigie; Ombrelli e ombrelloni; Bastoni da passeggio; Fruste e articoli di selleria
19Materiali da costruzione non metallici; Tubi rigidi non metallici per la costruzione; Asfalto, pece e bitume; Costruzioni trasportabili non metalliche; Monumenti non metallici
20Mobili, specchi, cornici; Prodotti, non compresi in altre classi, in legno, sughero, canna, giunco, vimini, corno, osso, avorio, balena, tartaruga, ambra, madreperla, spuma di mare, succedanei di tutte queste materie o in materie plastiche
21Utensili e recipienti per uso domestico o di cucina; Pettini e spugne; Spazzole (eccetto i pennelli); Materiali per la fabbricazione di spazzole; Materiale per pulizia; Paglia di ferro; Vetro grezzo o semilavorato (eccetto il vetro da costruzione); Vetreria, porcellana e maiolica non comprese in altre classi
22Corde, spaghi, reti, tende, teloni, vele, sacchi (non compresi in altre classi); Materiale d’imbottitura (tranne il caucciù o le materie plastiche); Materie tessili fibrose grezze
23Fili per uso tessile
24Tessuti e prodotti tessili non compresi in altre classi; Coperte da letto; Copritavoli
25Articoli di abbigliamento, scarpe, cappelleria
26Merletti, pizzi e ricami, nastri e lacci; Bottoni, ganci e occhielli, spille e aghi; Fiori artificiali
27Tappeti, zerbini, stuoie, linoleum e altri rivestimenti per pavimenti; Tappezzerie per pareti in materie non tessili
28Giochi, giocattoli; Articoli per la ginnastica e lo sport non compresi in altre classi; Decorazioni per alberi di Natale
29Carne, pesce, pollame e selvaggina; Estratti di carne; Frutta e ortaggi conservati, congelati, essiccati e cotti; Gelatine, marmellate, composte; Uova; Latte e prodotti derivati dal latte; Olii e grassi commestibili
30Caffè, tè, cacao e succedanei del caffè; Riso; Tapioca e sago; Farine e preparati fatti di cereali; Pane, pasticceria e confetteria; Gelati; Zucchero, miele, sciroppo di melassa; Lievito, polvere per fare lievitare; Sale; Senape; Aceto, salse (condimenti); Spezie; Ghiaccio
31Granaglie e prodotti agricoli, orticoli, forestali, non compresi in altre classi; Animali vivi; Frutta e ortaggi freschi; Sementi; Piante e fiori naturali; Alimenti per gli animali; Malto
32Birre; Acque minerali e gassose e altre bevande analcoliche; Bevande a base di frutta e succhi di frutta; Sciroppi e altri preparati per fare bevande
33Bevande alcoliche (escluse le birre)
34Tabacco; Articoli per fumatori; Fiammiferi
35Pubblicità; Gestione di affari commerciali; Amministrazione commerciale; Lavori di ufficio
36Assicurazioni; Affari finanziari; Affari monetari; Affari immobiliari
37Costruzione; Riparazione; Servizi d’installazione
38Telecomunicazioni
39Trasporto; Imballaggio e deposito di merci; Organizzazione di viaggi
40Trattamento di materiali
41Educazione; Formazione; Divertimento; Attività sportive e culturali
42Servizi scientifici e tecnologici e servizi di ricerca e progettazione ad essi relativi; Servizi di analisi e di ricerche industriali; Progettazione e sviluppo di hardware e software
43Servizi di ristorazione (alimentazione); Alloggi temporanei
44Servizi medici; Servizi veterinari; Cure d’igiene e di bellezza per l’uomo o per gli animali; Servizi di agricoltura, orticoltura e silvicoltura
45Servizi giuridici; Servizi di sicurezza per la protezione di beni e persone; Servizi personali e sociali resi da terzi destinati a soddisfare necessità individuali

6. Tempo necessario per la registrazione definitiva del marchio

I tempi necessari per la registrazione del marchio sono estremamente variabili. Per quel che riguarda la registrazione del marchio comunitario, ad esempio, i tempi sono molto più ristretti rispetto alla registrazione del marchio a livello nazionale.
In maniera indicativa si dovranno tenere presente i seguenti termini:

REGISTRAZIONE NAZIONALE8 mesi circa
REGISTRAZIONE COMUNITARIA5 mesi circa
REGISTRAZIONE INTERNAZIONALE12 mesi circa

Ad ogni modo, le tutele legali iniziano a decorrere dalla data del deposito della domanda e la definitiva registrazione avviene dopo che il marchio sia stato analizzato dagli uffici preposti. Quindi, se sono state rispettate tutte le prescrizioni di legge e se il marchio non è uguale o simile ad altro marchio, la definitiva registrazione costituisce un mero passaggio formale.