Regime forfettario

Hai mai sentito parlare di regime forfettario?  Se sei un libero professionista o una impresa individuale e i tuoi ricavi non eccedono i 65.000 € annui, hai la possibilità di aderire al regime forfettario. Scegli Officeadvice.it! Ti sarà affidato un consulente fiscale che ti seguirà dal momento dell’apertura della partita iva fino alla dichiarazione dei redditi.

Dovrai solo inviarci le fatture e i documenti. Penseremo noi al resto:

  • Apertura partita iva;
  • Gestione contabilità;
  • Dichiarazione redditi;
  • Elaborazione e trasmissione modelli F24;
  • Assistenza costante via mail o telefonicamente h 24.

Tariffe

Small

299
00
iva esclusa
  • Fino a 300 rilevazioni contabili

Medium

399
00
iva esclusa
  • Fino a 500 rilevazioni contabili

Large

549
00
iva esclusa
  • Fino a 1000 rilevazioni contabili

Approfondimenti

1. Disciplina regime forfettario

Il regime forfettario è un particolare regime contabile attraverso il quale il reddito del titolare della partita iva viene tassato a forfait. Il reddito imponibile viene calcolato in base al coefficiente di redditività previsto dal codice ateco dell’attività svolta. Sul reddito risultante verrà applicata un’imposta a forfait del 15% (ridotta al 5 % se si tratta di sturt-up per i primi cinque anni di attività).

2. Requisiti di adesione al regime forfettario

  • I ricavi annui non devono superare il limite di 65000€; (i contribuenti già forfettari o coloro che intendono passare al regime forfettario non devono aver superato tale limite nel corso dell’anno precedente)
  • Il costo del personale dipendente non deve superare 20000 € annui;
  • I redditi da lavoro dipendente e pensioni non devono superare i 30000€ annui.

3. Cause di esclusione dal regime forfettario

  • I non residenti in Italia, ad eccezione di coloro che producono in Italia il 75% del reddito realizzato;
  • coloro che svolgono attività di compravendita di fabbricati o terreni;
  • i soci di società di persone, associazioni tra professionisti e imprese familiari e coloro che controllano una srl;
  • coloro che hanno percepito ricavi e compenso per più del 50% dall’ex datore di lavoro.
  • VANTAGGI DEL REGIME FORFETTARIO
  • Tassazione agevolata: unica imposta sostitutiva con aliquota al 15%; (le start-up versano solo il 5% per i primi 5 anni)
  • semplificazione fiscale ed esonero dagli adempimenti previsti dai regimi contabili tradizionali;
  • esonero dal versamento dell’iva
  • esonero dall’uso della fattura elettronica.

4. Vantaggi del regime forfettario

  • Tassazione agevolata: unica imposta sostitutiva con aliquota al 15%; (le start-up versano solo il 5% per i primi 5 anni);
  • semplificazione fiscale ed esonero dagli adempimenti previsti dai regimi contabili tradizionali;
  • esonero dal versamento dell’iva;
  • esonero dall’uso della fattura elettronica.

5. A chi si applica l'aliquota del 5%?

L’aliquota del 5% si applica ai lavoratori autonomi nei primi cinque anni di attività, alle seguenti condizioni:

  • Non devono aver svolto attività autonoma con partita iva nei tre anni precedenti;
  • La nuova attività non deve essere una continuazione della precedente;
  • Se è la continuazione di un’attività svolta da un altro soggetto, i ricavi conseguiti da questi non devono superare i limiti previsti.