Incidente stradale causato da conducente in stato di ebbrezza alcolica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
incidente stato di ebrezza Cass. pen. sez. IV 09-07-2020 n. 21390

Essere responsabili di un incidente stradale non è mai piacevole, ancor più se lo si è causato in stato di ebbrezza . Le conseguenze in tal caso sono molteplici e toccano l’aspetto civilistico-risarcitorio con l’obbligo per l’assicurazione del responsabile di risarcire il danneggiato, e soprattutto quello penalistico, per cui il responsabile risponderà penalmente in prima persona delle lesioni causate al danneggiato ed anche al terzo trasportato, se presente.

Indice
1. Profilo civilistico-risarcitorio
2. Profilo penale
2.1 La pena è aggravata se si tratti di conducente per professione
2.2 Omicidio stradale e guida in stato di ebrezza

1. Profilo civilistico-risarcitorio

Il danneggiato richiede il risarcimento dei danni subiti, materiali e fisici, alla compagnia assicuratrice del responsabile.Questa, dopo aver risarcito il danneggiato, si potrà rivalere sul proprio assicurato responsabile per recuperare l’importo. Inoltre, se all’interno del veicolo vi è un terzo trasportato, anche egli riceverà il risarcimento dei danni subiti dalla compagnia assicurativa del responsabile.

2. Profilo penale

Il responsabile di un incidente stradale avvenuto in stato di ebbrezza, risponde personalmente penalmente delle lesioni provocate e del grado di ebbrezza, nella misura prevista del legislatore.

Per il reato di lesioni personali stradali, lo stato di ebbrezza costituisce una aggravante.

Se l’incidente è causato da un conducente in stato di ebrezza, le pene previste per il responsabile sono così determinate:

  • se il tasso alcolemico è superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), la reclusione va da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime;
  • se, invece, è compreso tra 0,8 g/l e 1,5g/l la reclusione va da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime.

2.1 La pena è aggravata se si tratti di conducente per professione

Per coloro che per professione sono conducenti di veicoli, per i camionisti e per gli autisti di pullman, sono previste pene più severe nel caso di lesioni provocate sotto l’effetto di sostanze alcoliche:

  • la reclusione da quattro a sette anni, anche se il tasso alcolemico è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l.

2.2 Omicidio stradale e guida in stato di ebrezza

La guida in stato di ebbrezza costituisce aggravante del reato di omicidio stradale, se dall’incidente deriva la morte di terze persone. Pertanto, la pena base della reclusione da due a sette anni:

  • è aumentata da otto a dodici anni, se il tasso alcolemico era superiore a 1,5 grammi per litro (g/l);
  • la reclusione va da cinque a dieci anni se il tasso è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l.

Pene più severe sono previste per per le particolari categorie di conducenti già menzionate: anche se il tasso alcolemico è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l, la pena è la reclusione da otto a dodici anni.

incidente stato di ebrezza Cass. pen. sez. IV 09-07-2020 n. 21390

Essere responsabili di un incidente stradale non è mai piacevole, ancor più se lo si è causato in stato di ebbrezza . Le conseguenze in tal caso sono molteplici e toccano l’aspetto civilistico-risarcitorio con l’obbligo per l’assicurazione del responsabile di risarcire il danneggiato, e soprattutto quello penalistico, per cui il responsabile risponderà penalmente in prima persona delle lesioni causate al danneggiato ed anche al terzo trasportato, se presente.

Indice
1. Profilo civilistico-risarcitorio
2. Profilo penale
2.1 La pena è aggravata se si tratti di conducente per professione
2.2 Omicidio stradale e guida in stato di ebrezza

1. Profilo civilistico-risarcitorio

Il danneggiato richiede il risarcimento dei danni subiti, materiali e fisici, alla compagnia assicuratrice del responsabile.Questa, dopo aver risarcito il danneggiato, si potrà rivalere sul proprio assicurato responsabile per recuperare l’importo. Inoltre, se all’interno del veicolo vi è un terzo trasportato, anche egli riceverà il risarcimento dei danni subiti dalla compagnia assicurativa del responsabile.

2. Profilo penale

Il responsabile di un incidente stradale avvenuto in stato di ebbrezza, risponde personalmente penalmente delle lesioni provocate e del grado di ebbrezza, nella misura prevista del legislatore.

Per il reato di lesioni personali stradali, lo stato di ebbrezza costituisce una aggravante.

Se l’incidente è causato da un conducente in stato di ebrezza, le pene previste per il responsabile sono così determinate:

  • se il tasso alcolemico è superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), la reclusione va da tre a cinque anni per le lesioni gravi e da quattro a sette anni per le lesioni gravissime;
  • se, invece, è compreso tra 0,8 g/l e 1,5g/l la reclusione va da un anno e sei mesi a tre anni per le lesioni gravi e da due a quattro anni per le lesioni gravissime.

2.1 La pena è aggravata se si tratti di conducente per professione

Per coloro che per professione sono conducenti di veicoli, per i camionisti e per gli autisti di pullman, sono previste pene più severe nel caso di lesioni provocate sotto l’effetto di sostanze alcoliche:

  • la reclusione da quattro a sette anni, anche se il tasso alcolemico è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l.

2.2 Omicidio stradale e guida in stato di ebrezza

La guida in stato di ebbrezza costituisce aggravante del reato di omicidio stradale, se dall’incidente deriva la morte di terze persone. Pertanto, la pena base della reclusione da due a sette anni:

  • è aumentata da otto a dodici anni, se il tasso alcolemico era superiore a 1,5 grammi per litro (g/l);
  • la reclusione va da cinque a dieci anni se il tasso è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l.

Pene più severe sono previste per per le particolari categorie di conducenti già menzionate: anche se il tasso alcolemico è ricompreso tra 0,8 g/l e 1,5 g/l, la pena è la reclusione da otto a dodici anni.

Metti in mostra la tua 
professionalità!

Scarica il pdf

Gli ultimi articoli

I più letti