Articolo 12 – Legge sul divorzio

(L. 1 dicembre 1970, n. 898 - Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio)

Applicabilità delle disposizioni del codice civile in tema di riconoscimento del figlio naturale

Articolo 12 - legge sul divorzio

1. Le disposizioni del codice civile in tema di riconoscimento del figlio  nato fuori del matrimonio si applicano, per quanto di ragione, anche nel caso di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio.

Articolo 12 - Legge sul divorzio

1. Le disposizioni del codice civile in tema di riconoscimento del figlio  nato fuori del matrimonio si applicano, per quanto di ragione, anche nel caso di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio.

Note

(1) Il presente articolo è stato così sostituito dall’art. 15 L. 06.03.1987, n. 74.
(2) La parola “naturale” del presente comma è stata sostituita dalle seguenti “ nato fuori del matrimonio” dall’art. 98 D.Lgs. 28.12.2013, n. 154 con decorrenza dal 07.02.2014.

Massime

Il rinvio non ricettizio contenuto nell’art. 12 legge 1 dicembre 1970 n. 898, sullo scioglimento del matrimonio, all’art. 156 Cod. civ., per il quale il diritto al mantenimento non spetta al coniuge al quale non sia addebitabile la separazione, qualora abbia adeguati redditi propri, trova limite quanto all’assegno di divorzio nella particolare natura e nei correlativi presupposti e finalità di questo, che sono diversi rispetto a quelli dell’assegno di mantenimento del coniuge separato, con la conseguenza che la attribuzione dell’assegno di divorzio può avvenire alla stregua del criterio assistenziale previsto dall’art. 5 della citata legge del 1970 anche in favore del coniuge che possegga propri mezzi di sostentamento. Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 4228 del 3 luglio 1980 (Cass. civ. n. 4228/1980)

Istituti giuridici

Novità giuridiche