Articolo 2 – Legge sul divorzio

(L. 1 dicembre 1970, n. 898)

Accertamento del giudice

Articolo 2 - Legge sul divorzio

Nei casi in cui il matrimonio sia stato celebrato con rito religioso e regolarmente trascritto, il giudice, quando, esperito inutilmente il tentativo di conciliazione di cui al successivo art. 4, accerta che la comunione spirituale e materiale tra i coniugi non può essere mantenuta o ricostituita per l’esistenza di una delle cause previste dall’articolo 3, pronuncia la cessazione degli effetti civili conseguenti alla trascrizione del matrimonio.

Articolo 2 - Legge sul divorzio

Nei casi in cui il matrimonio sia stato celebrato con rito religioso e regolarmente trascritto, il giudice, quando, esperito inutilmente il tentativo di conciliazione di cui al successivo art. 4, accerta che la comunione spirituale e materiale tra i coniugi non può essere mantenuta o ricostituita per l’esistenza di una delle cause previste dall’articolo 3, pronuncia la cessazione degli effetti civili conseguenti alla trascrizione del matrimonio.

Note

Massime

L’art 2 della legge 1 dicembre 1970 n 898, il quale disciplina la cessazione degli effetti civili conseguenti alla trascrizione del matrimonio religioso, manifestamente non si pone in contrasto con gli artt. 2,3, 7, 10, 29, 31 Cost. Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 24494 del 17 novembre 2006 (Cass. civ. n. 24494/2006)

In tema di divorzio, l’assistenza prestata con visite giornaliere al coniuge separato bisognoso di cure non comporta, di per sé, la ricostituzione della comunione spirituale e materiale tra i coniugi (art. 2 della L. 1 dicembre 1970, n. 898), la quale va intesa, per l’aspetto spirituale, come animus di riservare al coniuge la posizione di esclusivo compagno di vita e di adempiere i doveri coniugali e, per l’aspetto materiale, come convivenza caratterizzata da una comune organizzazione domestica e, normalmente, da rapporti sessuali. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza impugnata che aveva ritenuto che le visite giornaliere fossero dettate esclusivamente da motivi umanitari). Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 11722 del 26 novembre 1993 (Cass. civ. n. 11722/1993)

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Novità giuridiche

Istituti giuridici