Che cos’è il codice univoco? A cosa serve?

La fatturazione elettronica ha rimpiazzato il vecchio metodo di compilazione delle fatture cartacee. Il nuovo sistema permette la compilazione e la trasmissione delle fatture in maniera del tutto telematica attraverso l’inserimento del codice univoco (che individua il destinatario della fattura) nell’apposito software.

Codice univoco

Indice

1. Cos’è il codice univoco d’ufficio (CUU)?
2. Che differenza c’è tra il CUU e il codice destinatario?

1. Cos’è il codice univoco d’ufficio (CUU)?

In seguito alla diffusione della fattura elettronica è doveroso fare un approfondimento sul c.d codice univoco d’ufficio, strumento indispensabile nel processo di trasmissione del documento digitale. Trattasi di un codice alfa-numerico di sei cifre che permette di individuare in modo univoco l’ente pubblico destinatario.
Con “CUU” si indica il codice identificativo di un ufficio pubblico, destinatario della fattura elettronica.
Tale codice permette al Sistema di Interscambio (SDI) di individuare il corretto ente pubblico destinatario della fattura.
A un ente possono essere associati più codici univoci che individuano i diversi uffici che fanno parte della stessa amministrazione pubblica.
Per redigere una fattura PA è obbligatorio essere in possesso del codice univoco corretto: questo permette al sistema di smistare automaticamente le fatture all’ufficio giusto. Una sola lettera sbagliata potrebbe causare il rifiuto da parte del SdI.
Per trovare il corretto CUU si può consultare il portale IPA (Indice Pubblica Amministrazione), il quale contiene tutte le informazioni relative agli enti pubblici, come il domicilio digitale, l’indirizzo PEC e il codice univoco.
È doveroso chiarire che non c’è alcuna differenza tra il “CUU” e il codice “IPA”; quest’ultimo è un altro modo per definire il codice univoco d’ufficio, non si tratta pertanto di uno strumento differente.

2. Che differenza c’è tra il CUU e il codice destinatario?

Nonostante la loro funzione sia identica, il contribuente deve prestare attenzione a non confonderli; il codice destinatario è utilizzato nella fattura elettronica B2B o B2C, cioè tra soggetti privati. Il codice destinatario è composto da sette caratteri (denominato anche codice SdI).
Il codice univoco viene usato per le sole fatture elettroniche verso la PA ed è composto da sei caratteri: deve essere indicato in ogni fattura elettronica verso la pubblica amministrazione.
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile l’elenco dei codici IPA di ogni ufficio dell’AdE preposto alla ricezione delle fatture PA (https://www.indicepa.gov.it/ipa-portale/).
Il codice IPA (CUU) viene rilasciato automaticamente a chiusura della procedura di accreditamento sul sito.

codice univoco

Indice

1. Cos’è il codice univoco d’ufficio (CUU)?
2. Che differenza c’è tra il CUU e il codice destinatario?

1. Cos’è il codice univoco d’ufficio (CUU)?

In seguito alla diffusione della fattura elettronica è doveroso fare un approfondimento sul c.d codice univoco d’ufficio, strumento indispensabile nel processo di trasmissione del documento digitale. Trattasi di un codice alfa-numerico di sei cifre che permette di individuare in modo univoco l’ente pubblico destinatario.
Con “CUU” si indica il codice identificativo di un ufficio pubblico, destinatario della fattura elettronica.
Tale codice permette al Sistema di Interscambio (SDI) di individuare il corretto ente pubblico destinatario della fattura.
A un ente possono essere associati più codici univoci che individuano i diversi uffici che fanno parte della stessa amministrazione pubblica.
Per redigere una fattura PA è obbligatorio essere in possesso del codice univoco corretto: questo permette al sistema di smistare automaticamente le fatture all’ufficio giusto. Una sola lettera sbagliata potrebbe causare il rifiuto da parte del SdI.
Per trovare il corretto CUU si può consultare il portale IPA (Indice Pubblica Amministrazione), il quale contiene tutte le informazioni relative agli enti pubblici, come il domicilio digitale, l’indirizzo PEC e il codice univoco.
È doveroso chiarire che non c’è alcuna differenza tra il “CUU” e il codice “IPA”; quest’ultimo è un altro modo per definire il codice univoco d’ufficio, non si tratta pertanto di uno strumento differente.

2. Che differenza c’è tra il CUU e il codice destinatario?

Nonostante la loro funzione sia identica, il contribuente deve prestare attenzione a non confonderli; il codice destinatario è utilizzato nella fattura elettronica B2B o B2C, cioè tra soggetti privati. Il codice destinatario è composto da sette caratteri (denominato anche codice SdI).
Il codice univoco viene usato per le sole fatture elettroniche verso la PA ed è composto da sei caratteri: deve essere indicato in ogni fattura elettronica verso la pubblica amministrazione.
Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile l’elenco dei codici IPA di ogni ufficio dell’AdE preposto alla ricezione delle fatture PA (https://www.indicepa.gov.it/ipa-portale/).
Il codice IPA (CUU) viene rilasciato automaticamente a chiusura della procedura di accreditamento sul sito.

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747