Bonus internet, pc e tablet

Bonus energetici

Lo scorso primo ottobre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MiSe che disciplina il piano voucher riguardo l’erogazione del bonus per l’acquisto di internet e il noleggio di pc e tablet a favore delle famiglie italiane in possesso di specifici requisiti.

Nell’era dello smart-working e della teledidattica si è reso necessario un intervento mirato a favorire un processo di digitalizzazione offrendo un accesso migliore ai servizi di connettività e ai dispositivi necessari per poter usufruire di tali servizi. L’idea, presentata in pieno lockdown, è nata con lo scopo di garantire anche alle famiglie meno abbienti l’accesso ad internet attraverso l’erogazione di un voucher utilizzabile esclusivamente per accedere ai servizi di connettività.

Il bonus, pari all’importo massimo di 500 euro, sotto forma di sconto, potrà essere utilizzato per l’acquisto di una connessione internet a banda larga e di tablet o pc (questi potranno essere noleggiati solo se abbinati alla connessione internet). Il contratto deve avere una durata pari almeno a 12 mesi.

I destinatari del bonus sono coloro che possiedono un ISEE inferiore a 20.000€ che non possiedono una connessione internet o che, se la possiedono, sia di velocità inferiore a 30 Mbps (megabit al secondo).

Attualmente i potenziali beneficiari sarebbero circa 2.2 milioni di utenti ma i 204 milioni di euro stanziati a favore dell’erogazione del bonus saranno sufficienti a soddisfare il diritto di 480 mila famiglie. Si avrà tempo fino al 1 ottobre 2021 per richiedere il bonus e i vouchers saranno erogati fino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione.

Considerato che, quindi, non tutti gli aventi diritto potranno beneficiare del bonus, l’erogazione del bonus seguirà il criterio temporale: saranno soddisfatte le prime 408 mila richieste in ordine di tempo.

Ai fini dell’ottenimento del voucher, l’utente deve fare una richiesta ad un operatore telefonico (non è possibile, quindi, recarsi presso qualsiasi negozio di elettronica) che è in grado di fornire la connessione internet nell’area in cui l’utente desidera attivare il servizio. L’utente deve allegare anche la copia del documento di identità e un’autocertificazione con cui attesta il valore dell’ISEE inferiore a 20.000€ e si dichiara che nessuno del proprio nucleo familiare ha ancora usufruito del bonus.

Fatto ciò, l’utente potrà beneficiare del bonus attraverso uno sconto concesso dall’operatore, il quale riceverà poi il relativo rimborso da Infratel (Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia S.p.A.), società del Ministero dello sviluppo economico.

bonus energetici

Lo scorso primo ottobre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MiSe che disciplina il piano voucher riguardo l’erogazione del bonus per l’acquisto di internet e il noleggio di pc e tablet a favore delle famiglie italiane in possesso di specifici requisiti.

Nell’era dello smart-working e della teledidattica si è reso necessario un intervento mirato a favorire un processo di digitalizzazione offrendo un accesso migliore ai servizi di connettività e ai dispositivi necessari per poter usufruire di tali servizi. L’idea, presentata in pieno lockdown, è nata con lo scopo di garantire anche alle famiglie meno abbienti l’accesso ad internet attraverso l’erogazione di un voucher utilizzabile esclusivamente per accedere ai servizi di connettività.

Il bonus, pari all’importo massimo di 500 euro, sotto forma di sconto, potrà essere utilizzato per l’acquisto di una connessione internet a banda larga e di tablet o pc (questi potranno essere noleggiati solo se abbinati alla connessione internet). Il contratto deve avere una durata pari almeno a 12 mesi.

I destinatari del bonus sono coloro che possiedono un ISEE inferiore a 20.000€ che non possiedono una connessione internet o che, se la possiedono, sia di velocità inferiore a 30 Mbps (megabit al secondo).

Attualmente i potenziali beneficiari sarebbero circa 2.2 milioni di utenti ma i 204 milioni di euro stanziati a favore dell’erogazione del bonus saranno sufficienti a soddisfare il diritto di 480 mila famiglie. Si avrà tempo fino al 1 ottobre 2021 per richiedere il bonus e i vouchers saranno erogati fino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione.

Considerato che, quindi, non tutti gli aventi diritto potranno beneficiare del bonus, l’erogazione del bonus seguirà il criterio temporale: saranno soddisfatte le prime 408 mila richieste in ordine di tempo.

Ai fini dell’ottenimento del voucher, l’utente deve fare una richiesta ad un operatore telefonico (non è possibile, quindi, recarsi presso qualsiasi negozio di elettronica) che è in grado di fornire la connessione internet nell’area in cui l’utente desidera attivare il servizio. L’utente deve allegare anche la copia del documento di identità e un’autocertificazione con cui attesta il valore dell’ISEE inferiore a 20.000€ e si dichiara che nessuno del proprio nucleo familiare ha ancora usufruito del bonus.

Fatto ciò, l’utente potrà beneficiare del bonus attraverso uno sconto concesso dall’operatore, il quale riceverà poi il relativo rimborso da Infratel (Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia S.p.A.), società del Ministero dello sviluppo economico.

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747