Art. 99 – Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

(R.D. 18 dicembre 1941, n. 1368 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Proposizione della querela di falso

Articolo 99 - disposizioni di attuazione del codice di procedura civile

La querela di falso (221 c.p.c.) proposta con atto di citazione deve essere confermata nella prima udienza davanti al giudice istruttore dalla parte personalmente o dal difensore munito di procura speciale.
Se la parte che propone personalmente in udienza la querela di falso è analfabeta, la dichiarazione è raccolta dal cancelliere in apposito processo verbale (126, 130 c.p.c.) che tiene luogo della dichiarazione scritta.

Articolo 99 - Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

La querela di falso (221 c.p.c.) proposta con atto di citazione deve essere confermata nella prima udienza davanti al giudice istruttore dalla parte personalmente o dal difensore munito di procura speciale.
Se la parte che propone personalmente in udienza la querela di falso è analfabeta, la dichiarazione è raccolta dal cancelliere in apposito processo verbale (126, 130 c.p.c.) che tiene luogo della dichiarazione scritta.

Istituti giuridici

Novità giuridiche