Art. 156 – Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

(R.D. 18 dicembre 1941, n. 1368 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Esecuzione sui beni sequestrati

Articolo 156 - disposizioni di attuazione del codice di procedura civile

Il sequestrante che ha ottenuto la sentenza di condanna esecutiva prevista nell’art. 686 del codice deve depositarne copia nella cancelleria del giudice competente per l’esecuzione nel termine perentorio di sessanta giorni dalla comunicazione, e deve quindi procedere alle notificazioni previste nell’art. 498 del codice.
Se oggetto del sequestro sono beni immobili, il sequestrante deve inoltre chiedere, nel termine perentorio di cui al comma precedente, l’annotazione della sentenza di condanna esecutiva in margine alla trascrizione prevista nell’art. 679 del codice (2656 c.c.).

Articolo 156 - Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Il sequestrante che ha ottenuto la sentenza di condanna esecutiva prevista nell’art. 686 del codice deve depositarne copia nella cancelleria del giudice competente per l’esecuzione nel termine perentorio di sessanta giorni dalla comunicazione, e deve quindi procedere alle notificazioni previste nell’art. 498 del codice.
Se oggetto del sequestro sono beni immobili, il sequestrante deve inoltre chiedere, nel termine perentorio di cui al comma precedente, l’annotazione della sentenza di condanna esecutiva in margine alla trascrizione prevista nell’art. 679 del codice (2656 c.c.).

Istituti giuridici

Novità giuridiche