Art. 154 – Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

(R.D. 18 dicembre 1941, n. 1368 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Procedimento per indebito rilascio di copie esecutive

Articolo 154 - disposizioni di attuazione del codice di procedura civile

Il capo dell’ufficio giudiziario competente, a norma dell’art. 476 del codice, a conoscere delle contravvenzioni per rilascio indebito di copie in forma esecutiva, contesta all’incolpato l’addebito, a mezzo di atto notificato (137 ss. c.p.c.) a cura del cancelliere, e lo invita a presentare per iscritto le sue difese nel termine di cinque giorni. Negli uffici in cui vi è un solo cancelliere l’atto contenente l’addebito è comunicato a lui direttamente dal capo dell’ufficio.
Il decreto di condanna di cui all’art. 476 ultimo comma del codice costituisce titolo esecutivo (474 c.p.c.) per la riscossione della pena pecuniaria a cura del cancelliere.

Articolo 154 - Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Il capo dell’ufficio giudiziario competente, a norma dell’art. 476 del codice, a conoscere delle contravvenzioni per rilascio indebito di copie in forma esecutiva, contesta all’incolpato l’addebito, a mezzo di atto notificato (137 ss. c.p.c.) a cura del cancelliere, e lo invita a presentare per iscritto le sue difese nel termine di cinque giorni. Negli uffici in cui vi è un solo cancelliere l’atto contenente l’addebito è comunicato a lui direttamente dal capo dell’ufficio.
Il decreto di condanna di cui all’art. 476 ultimo comma del codice costituisce titolo esecutivo (474 c.p.c.) per la riscossione della pena pecuniaria a cura del cancelliere.

Istituti giuridici

Novità giuridiche