Art. 75 – Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

(R.D. 30 marzo 1942, n. 318 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Articolo 75 - disposizioni attuazione codice civile e disposizioni transitorie

L’atto di intimazione, nei casi previsti dagli articoli 1209, secondo comma, e 1216, primo comma, del codice, deve contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo in cui il debitore intende procedere alla consegna delle cose mobili o al rilascio dell’immobile a favore del creditore, con rispetto di un intervallo non minore di giorni tre.
La mancata comparizione del creditore o il suo rifiuto di accettare l’offerta sono accertati con verbale redatto da un notaio o da un ufficiale giudiziario nel luogo, nel giorno e nell’ora indicati nell’atto di intimazione, con tutte le altre indicazioni prescritte dal primo comma dell’articolo precedente, e da tale giorno decorrono gli effetti della mora.

Articolo 75 - Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

L’atto di intimazione, nei casi previsti dagli articoli 1209, secondo comma, e 1216, primo comma, del codice, deve contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo in cui il debitore intende procedere alla consegna delle cose mobili o al rilascio dell’immobile a favore del creditore, con rispetto di un intervallo non minore di giorni tre.
La mancata comparizione del creditore o il suo rifiuto di accettare l’offerta sono accertati con verbale redatto da un notaio o da un ufficiale giudiziario nel luogo, nel giorno e nell’ora indicati nell’atto di intimazione, con tutte le altre indicazioni prescritte dal primo comma dell’articolo precedente, e da tale giorno decorrono gli effetti della mora.

Istituti giuridici

Novità giuridiche