Diffida legale

Hai bisogno di spedire una diffida legale? Rivolgiti ad officeadvice.it. ti basterà compilare il form sottostante descrivendo in maniera chiara e dettagliata il motivo per cui si intende scrivere la lettera tramite avvocato, allegando l’eventuale documentazione utile.

Tariffario

Sono previste due tariffe, in base allo strumento di spedizione utilizzato:

Raccomandata a.r.

49
00
iva inclusa
  • Strumento di spedizione

Posta elettronica certificata

39
00
iva inclusa
  • Strumento di spedizione

N.B.: non saranno prese in considerazione richieste con descrizione incomprensibile.

Approfondimento

1. Funzione della lettera di diffida

La lettera di diffida è uno strumento previsto dall’ordinamento giuridico italiano attraverso il quale si avvisa una persona fisica o giuridica a compiere, o non compiere, una determinata azione.
Anche se è un atto che può essere redatto in proprio, generalmente è la prima operazione che viene compiuta da un avvocato per l’espletamento di un incarico ricevuto.

2. Riferimenti normativi

La diffida ad adempiere è regolata dall’art. 1454 del codice civile e prevede, appunto, che alla parte inadempiente possa essere intimato per iscritto di adempiere alle obbligazioni assunte. Il termine indicato dal citato articolo non può di regola essere inferiore a 15 giorni, salvo diversa pattuizione o salvo che, per la natura del contratto o secondo gli usi, risulti un termine minore.

Strumento analogo è rappresentato dalla lettera di costituzione in mora che è disciplinata dall’art. 1219 del codice civile.

3. Effetti della diffida legale

Scopo essenziale di questo strumento è, quindi, quello di avvisare l’altra parte di una non ulteriore tolleranza in caso di protratto inadempimento. Si potrebbe definire, quindi, un “legale atto intimidatorio”.

Solitamente, a meno che mittente e destinatario dispongano di indirizzo pec, la diffida viene spedita a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. Siffatta modalità di spedizione assolve una duplice funzione:

  • la ricevuta di ritorno attesta la ricezione della diffida dalla parte inadempiente;
  • dalla ricevuta di ritorno si ricava il dies a quo dal quale far partire il termine per l’adempimento indicato nella lettera di diffida.

4. Risposta a diffida

Alle stesse condizioni economiche previste nel punto precedente è possibile avvalersi del servizio di risposta ad una lettera di diffida di cui si è destinatari.
Può accadere, appunto, di essere destinatari di una diffida e, se si ritiene che le richieste avanzate dalla controparte siano prive di fondamento, potrebbe risultare utile replicare alla lettera prima che venga intrapreso un più dispendioso giudizio.

5. Garanzia di rimborso

Officeadvice.it garantisce che se la diffida non dovesse essere spedita entro 5 giorni lavorativi, dall’avvenuto versamento, provvederà ad una immediata restituzione dell’importo versato.