Art. 692 – Codice Penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Detenzione di misure e pesi illegali

Articolo 692 - Codice Penale

Chiunque, nell’esercizio di un’attività commerciale, o in uno spaccio aperto al pubblico, detiene misure o pesi (472) diversi da quelli stabiliti dalla legge, ovvero usa misure o pesi senza osservare le prescrizioni di legge, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 103 a € 619 (162).
[Se il colpevole ha già riportato una condanna per delitti contro il patrimonio (624648), o contro la fede pubblica (453498), o contro l’economia pubblica, l’industria o il commercio (499517), o per altri delitti della stessa indole (101), può essere sottoposto alla libertà vigilata] (1).

Articolo 692 - Codice Penale

Chiunque, nell’esercizio di un’attività commerciale, o in uno spaccio aperto al pubblico, detiene misure o pesi (472) diversi da quelli stabiliti dalla legge, ovvero usa misure o pesi senza osservare le prescrizioni di legge, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 103 a € 619 (162).
[Se il colpevole ha già riportato una condanna per delitti contro il patrimonio (624648), o contro la fede pubblica (453498), o contro l’economia pubblica, l’industria o il commercio (499517), o per altri delitti della stessa indole (101), può essere sottoposto alla libertà vigilata] (1).

Note

(1) Questo comma è stato abrogato dall’art. 18 della L. 25 giugno 1999, n. 205.

Tabella procedurale

Massime

Per la punibilità del reato previsto dall’art. 692 c.p. (detenzione di misure e pesi illegali) è sufficiente la colpa. Cass. pen. sez. V 17 dicembre 1980 n. 13527

L’obbligo di sottoporre a verificazione periodica i pesi e le misure stabilito dall’art. 12 del T.U. 23 agosto 1890 n. 7088 riguarda tutti coloro che risultano iscritti nello stato degli utenti formato dalla giunta comunale a norma dell’art. 18 dello stesso testo unico. Infatti poiché contro tale stato è ammesso ricorso nei modi stabiliti dal regolamento l’iscrizione nell’elenco degli utenti compilato e pubblicato a norma di legge ha valore di presunzione legale del possesso di strumenti metrici da parte dell’iscritto indipendentemente dall’uso degli strumenti stessi. Di conseguenza sino a quando la persona iscritta non abbia ottenuto l’annullamento dell’iscrizione nello stato degli utenti tale iscrizione ha carattere vincolante per l’autorità giudiziaria alla quale è precluso il potere di indagare sulla sussistenza delle condizioni che legittimano l’iscrizione stessa in quanto tale indagine si tradurrebbe in un inammissibile controllo nel merito di un atto amministrativo. Cass. pen. sez. III 17 gennaio 1974 n. 42

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Novità giuridiche

Istituti giuridici