Art. 396 – Codice Penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

ARTICOLO ABROGATO - Uso delle armi in duello

Articolo 396 - Codice Penale

(1) [Chiunque fa uso delle armi in duello è punito, anche se non cagiona all’avversario una lesione personale (582), con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da lire centomila a due milioni (398, 399).
Il duellante è punito:
1) con la reclusione fino a due anni, se dal fatto deriva all’avversario una lesione personale, grave o gravissima (583);
2) con la reclusione da uno a cinque anni, se dal fatto deriva la morte.
Ai padrini o secondi e alle persone, che hanno agevolato il duello, si applica la multa da lire centomila a due milioni.
Se i padrini o secondi sono gli stessi portatori della sfida (395), non si applicano loro le disposizioni dell’articolo precedente].

Articolo 396 - Codice Penale

(1) [Chiunque fa uso delle armi in duello è punito, anche se non cagiona all’avversario una lesione personale (582), con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da lire centomila a due milioni (398, 399).
Il duellante è punito:
1) con la reclusione fino a due anni, se dal fatto deriva all’avversario una lesione personale, grave o gravissima (583);
2) con la reclusione da uno a cinque anni, se dal fatto deriva la morte.
Ai padrini o secondi e alle persone, che hanno agevolato il duello, si applica la multa da lire centomila a due milioni.
Se i padrini o secondi sono gli stessi portatori della sfida (395), non si applicano loro le disposizioni dell’articolo precedente].

Note

(1) Questo articolo è stato abrogato dall’art. 18 della L. 25 giugno 1999, n. 205.

Tabella procedurale

Massime

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Novità giuridiche

Istituti giuridici