Art. 287 – Codice Penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Usurpazione di potere politico o di comando militare

Articolo 287 - Codice Penale

Chiunque usurpa un potere politico (347), ovvero persiste nell’esercitarlo indebitamente, è punito con la reclusione da sei a quindici anni.
Alla stessa pena soggiace chiunque indebitamente assume un alto comando militare.
Se il fatto è commesso in tempo di guerra (310), il colpevole è punito con l’ergastolo (22); ed è punito con [la morte (1)], se il fatto ha compromesso l’esito delle operazioni militari (302 ss., 311 ss., 363, 364).

Articolo 287 - Codice Penale

Chiunque usurpa un potere politico (347), ovvero persiste nell’esercitarlo indebitamente, è punito con la reclusione da sei a quindici anni.
Alla stessa pena soggiace chiunque indebitamente assume un alto comando militare.
Se il fatto è commesso in tempo di guerra (310), il colpevole è punito con l’ergastolo (22); ed è punito con [la morte (1)], se il fatto ha compromesso l’esito delle operazioni militari (302 ss., 311 ss., 363, 364).

Note

(1) La pena di morte per i delitti contemplati nel codice penale, è stata soppressa e sostituita con l’ergastolo dal D.L.vo Lgt. 10 agosto 1944, n. 224.
L’art. 27, ultimo comma, della Costituzione, così come modificato dall’art. 1 della L. cost. 2 ottobre 2007, n. 1, ha stabilito che non è ammessa la pena di morte.
Il D.L.vo 22 gennaio 1948, n. 21, ha soppresso la pena di morte per i delitti previsti da leggi penali speciali diverse da quelle militari, e l’art. 1 della L. 13 ottobre 1994, n. 589, ha abolito la pena di morte prevista dal codice penale militare di guerra e dalle leggi militari di guerra, sostituendola con la pena massima prevista dal codice penale.

Tabella procedurale

Arresto: obbligatorio in flagranza 380 c.p.p.
Fermo di indiziato di delitto: consentito 384 c.p.p.
Misure cautelari personali: consentite 280, 287 c.p.p.
Autorità giudiziaria competente: Corte di assise 5 c.p.p.
Procedibilità: con l’autorizzazione del Ministro di grazia e giustizia 313 c.p.

Massime

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Istituti giuridici

Novità giuridiche