Art. 264 – Codice Penale

(R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)

Infedeltà in affari di Stato

Articolo 264 - Codice Penale

Chiunque, incaricato dal Governo italiano di trattare all’estero affari di Stato (268), si rende infedele al mandato è punito, se dal fatto possa derivare nocumento all’interesse nazionale, con la reclusione non inferiore a cinque anni (7, 8, 268, 302 312, 363).

Articolo 264 - Codice Penale

Chiunque, incaricato dal Governo italiano di trattare all’estero affari di Stato (268), si rende infedele al mandato è punito, se dal fatto possa derivare nocumento all’interesse nazionale, con la reclusione non inferiore a cinque anni (7, 8, 268, 302 312, 363).

Note

Tabella procedurale

Arresto: obbligatorio in flagranza 380 c.p.p.
Fermo di indiziato di delitto: consentito 384 c.p.p.
Misure cautelari personali: consentite 280, 287 c.p.p.
Autorità giudiziaria competente: Corte di assise 5 c.p.p.
Procedibilità: d’ufficio 50 c.p.p.

Massime

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Novità giuridiche

Istituti giuridici