Art. 737 – Codice di Procedura Penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477)

Sequestro

Articolo 737 - Codice di Procedura Penale

1. Su richiesta del procuratore generale, la corte di appello competente per il riconoscimento di una sentenza straniera ai fini dell’esecuzione di una confisca (735) può ordinare il sequestro delle cose assoggettabili a confisca (240 c.p.).
2. Se la corte non accoglie la richiesta, contro la relativa ordinanza può essere proposto ricorso per cassazione (606) da parte del procuratore generale. Contro l’ordinanza che dispone il sequestro può essere proposto ricorso per cassazione per violazione di legge da parte dell’interessato. Il ricorso non ha effetto sospensivo (588).
3. Si osservano, in quanto applicabili, le disposizioni che regolano l’esecuzione del sequestro preventivo (321 ss.).

Articolo 737 - Codice di Procedura Penale

1. Su richiesta del procuratore generale, la corte di appello competente per il riconoscimento di una sentenza straniera ai fini dell’esecuzione di una confisca (735) può ordinare il sequestro delle cose assoggettabili a confisca (240 c.p.).
2. Se la corte non accoglie la richiesta, contro la relativa ordinanza può essere proposto ricorso per cassazione (606) da parte del procuratore generale. Contro l’ordinanza che dispone il sequestro può essere proposto ricorso per cassazione per violazione di legge da parte dell’interessato. Il ricorso non ha effetto sospensivo (588).
3. Si osservano, in quanto applicabili, le disposizioni che regolano l’esecuzione del sequestro preventivo (321 ss.).

Note

Massime

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Novità giuridiche

Istituti giuridici