Art. 54 ter – Codice di Procedura Penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477 - aggiornato al D.Lgs. 08.11.2021, n. 188)

Contrasti tra pubblici ministeri in materia di criminalità organizzata

Articolo 54 ter - codice di procedura penale

1. Quando il contrasto previsto dagli artt. 54 e 54 bis riguarda taluno dei reati indicati nell’articolo 51, commi 3 bis e 3 quater (1), se la decisione
spetta al procuratore generale presso la Corte di cassazione, questi provvede sentito il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo (2); se spetta al procuratore generale presso la corte di appello, questi informa il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo (2) dei provvedimenti adottati.

Articolo 54 ter - Codice di Procedura Penale

1. Quando il contrasto previsto dagli artt. 54 e 54 bis riguarda taluno dei reati indicati nell’articolo 51, commi 3 bis e 3 quater (1), se la decisione
spetta al procuratore generale presso la Corte di cassazione, questi provvede sentito il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo (2); se spetta al procuratore generale presso la corte di appello, questi informa il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo (2) dei provvedimenti adottati.

Note

(1) Le parole: «nell’articolo 51, comma 3 bis» sono state così sostituite dalle attuali: «nell’articolo 51, commi 3 bis e 3 quater», dall’art. 9, comma 1, lett. a), del D.L. 18 febbraio 2015, n. 7, convertito, con modificazioni, nella L. 17 aprile 2015, n. 43.
(2) Le parole: «e antiterrorismo» sono state inserite dall’art. 9, comma 1, lett. a), del D.L. 18 febbraio 2015, n. 7, convertito, con modificazioni, nella L. 17 aprile 2015, n. 43.

Istituti giuridici

Novità giuridiche