Art. 251 – Codice di Procedura Penale

(D.P.R. 22 settembre 1988, n. 477 - aggiornato al D.Lgs. 08.11.2021, n. 188)

Perquisizioni nel domicilio. Limiti temporali

Articolo 251 - codice di procedura penale

1. La perquisizione in un’abitazione o nei luoghi chiusi adiacenti a essa non può essere iniziata prima delle ore sette e dopo le ore venti (14 Cost.).
2. Tuttavia nei casi urgenti l’autorità giudiziaria può disporre per iscritto che la perquisizione sia eseguita fuori dei suddetti limiti temporali (352; coord. 225).

Articolo 251 - Codice di Procedura Penale

1. La perquisizione in un’abitazione o nei luoghi chiusi adiacenti a essa non può essere iniziata prima delle ore sette e dopo le ore venti (14 Cost.).
2. Tuttavia nei casi urgenti l’autorità giudiziaria può disporre per iscritto che la perquisizione sia eseguita fuori dei suddetti limiti temporali (352; coord. 225).

Massime

Nessun rilievo preclusivo in tema di sequestro svolgono l’accertata illegittimità della perquisizione, o la revoca di un precedente sequestro, ove vengano acquisite prove aventi caratteristica di realtà (res delicti), sia perchè perquisizione e sequestro hanno differenti presupposti e differente funzione giuridica, ancorchè eventualmente convergenti sul piano dei risultati, sia perchè, al di fuori di prove che regole sostanziali o processuali escludano in modo assoluto, tutte le altre sono coattivamente acquisibili, ed eventuali irregolarità nell’acquisizione, a parte censure di carattere disciplinare o penale, non impediscono che, in attesa della successiva emissione di valido sequestro, sulla cosa si realizzi quanto meno uno stato di «fermo reale» analogo a quello che l’art. 354 c.p.p. riconosce nei poteri degli agenti di polizia giudiziaria. Cass. pen. sez. VI 22 maggio 1991, n. 1557

La situazione di urgenza che, ai sensi del comma secondo dell’art. 251 c.p.p. consente di disporre che la perquisizione sia eseguita fuori dei limiti temporali fissati nel comma precedente, va valutata al momento in cui viene emesso il relativo decreto e non con giudizio ex post. Ne consegue che sulla legittimità del decreto non può influire il comportamento successivo della polizia giudiziaria, anche se, in ipotesi, potesse essere considerato negligente. (Sulla scorta del principio di cui in massima la Cassazione ha ritenuto infondato l’assunto del ricorrente secondo il quale nella specie il decreto di perquisizione, emesso in deroga ai limiti temporali di cui al comma primo dell’art. 251 c.p.p. sarebbe stato nullo in quanto la circostanza che la sua esecuzione era avvenuta cinque giorni dopo la emissione avrebbe dimostrato l’assenza dello stato di urgenza legittimante il superamento dei limiti temporali suddetti). Cass. pen. sez. VI 23 aprile 1991

Nella nozione di luogo chiuso adiacente alla abitazione dell’imputato dettata dall’art. 251 c.p.p. può ritenersi ricompreso anche l’abitacolo dell’autovettura – nella disponibilità dell’imputato – posteggiata presso il suo domicilio, non differendo funzionalmente la struttura di tale abitacolo da qualsiasi altro luogo chiuso idoneo a ricevere ed occultare cose, comunque, attinenti al reato. Cass. pen. sez. VI 4 marzo 1991

Istituti giuridici

Novità giuridiche

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747