Art. 717 – Codice di Procedura Civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Nomina del tutore e del curatore provvisorio

Articolo 717 - codice di procedura civile

Il tutore o il curatore provvisorio di cui all’articolo precedente è nominato, anche d’ufficio, con decreto (135) del giudice istruttore (168 bis; 419, 422, 423 c.c.; 42 att. c.c.).
Finché non sia pronunciata la sentenza sulla domanda d’interdizione o d’inabilitazione, lo stesso giudice istruttore può revocare la nomina, anche d’ufficio.

Articolo 717 - Codice di Procedura Civile

Il tutore o il curatore provvisorio di cui all’articolo precedente è nominato, anche d’ufficio, con decreto (135) del giudice istruttore (168 bis; 419, 422, 423 c.c.; 42 att. c.c.).
Finché non sia pronunciata la sentenza sulla domanda d’interdizione o d’inabilitazione, lo stesso giudice istruttore può revocare la nomina, anche d’ufficio.

Massime

Il tutore provvisorio nominato all’interdicendo nelle more del giudizio di interdizione rimane in carica – senza che occorra alcuna conferma – anche dopo la definizione del giudizio sino a quando il giudice tutelare non abbia provveduto alla nomina definitiva del tutore Cass. civ. sez. III 5 luglio 1962 n. 1719.

Istituti giuridici

Novità giuridiche