Art. 234 – Codice di Procedura Civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Riferimento

Articolo 234 - codice di procedura civile

Finché non abbia dichiarato di essere pronta a giurare, la parte (84), alla quale il giuramento decisorio è stato deferito, può riferirlo all’avversario nei limiti fissati dal codice civile (2739 c.c.).



Articolo 234 - Codice di Procedura Civile

Finché non abbia dichiarato di essere pronta a giurare, la parte (84), alla quale il giuramento decisorio è stato deferito, può riferirlo all’avversario nei limiti fissati dal codice civile (2739 c.c.).



Massime

Una volta che il giuramento decisorio sia stato ammesso, pur rimanendo salvo il potere  del giudice di revocarlo successivamente, al giurante non restano altre facoltà che quella di prestare il giuramento medesimo eventualmente apportando le variazioni consentite, o di riferirlo alla controparte. Cass. civ. sez. I 10 febbraio 1999, n. 1111

Istituti giuridici

Novità giuridiche