Art. 17 – Codice di Procedura Civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Cause relative all'esecuzione forzata

Articolo 17 - codice di procedura civile

Il valore delle cause di opposizione all’esecuzione forzata (27, 615) si determina dal credito per cui si procede;
quello delle cause relative alle opposizioni proposte da terzi a norma dell’articolo 619, dal valore dei beni controversi;
quello delle cause relative a controversie sorte in sede di distribuzione (512, 598), dal valore del maggiore dei crediti contestati.

Articolo 17 - Codice di Procedura Civile

Il valore delle cause di opposizione all’esecuzione forzata (27, 615) si determina dal credito per cui si procede;
quello delle cause relative alle opposizioni proposte da terzi a norma dell’articolo 619, dal valore dei beni controversi;
quello delle cause relative a controversie sorte in sede di distribuzione (512, 598), dal valore del maggiore dei crediti contestati.

Massime

Nei giudizi di opposizione all’esecuzione il valore della controversia ai fini della competenza si determina, ai sensi dell’art. 17 c.p.c., in base all’importo indicato nell’atto di pignoramento, atteso che non assume rilievo la circostanza che l’opposizione sia limitata ad una sola parte del credito azionato esecutivamente.  Cass. civ. sez. III, 27 giugno 2018, n. 16920

La competenza a conoscere dell’opposizione alla esecuzione proposta prima dell’inizio dell’esecuzione mobiliare (opposizione a precetto) appartiene, ai sensi dell’art. 17 c.p.c., al giudice che sarebbe competente per valore in base all’intero ammontare del credito per cui si procede. Cass. civ. sez. III 9 ottobre 2000, n. 13402

Qualora la parte cui sia stato notificato il precetto contesti il diritto della controparte a richiedere in tutto o in parte la somma precettata, vertendosi in ipotesi di opposizione all’esecuzione, il valore della causa si determina con riferimento all’intero ammontare del credito per cui si procede e non in base alla somma contestata, anche nell’ipotesi in cui la contestazione riguardi solo gli interessi o voci di spesa maturati dopo il rilascio del titolo esecutivo. Cass. civ. sez. III 1 ottobre 1998, n. 9755

Istituti giuridici

Novità giuridiche