Art. 127 – Codice di Procedura Civile

(R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Direzione dell'udienza

Articolo 127 - codice di procedura civile

L’ udienza è diretta dal giudice singolo o dal presidente del collegio (175, 275).
Il giudice che la dirige può fare o prescrivere quanto occorre affinché la trattazione delle cause avvenga in modo ordinato e proficuo, regola la discussione, determina i punti sui quali essa deve svolgersi (183) e la dichiara chiusa quando la ritiene sufficiente.

Articolo 127 - Codice di Procedura Civile

L’ udienza è diretta dal giudice singolo o dal presidente del collegio (175, 275).
Il giudice che la dirige può fare o prescrivere quanto occorre affinché la trattazione delle cause avvenga in modo ordinato e proficuo, regola la discussione, determina i punti sui quali essa deve svolgersi (183) e la dichiara chiusa quando la ritiene sufficiente.

Massime

Dalla disposizione di cui all’art. 127 c.p.c. – che riguarda i poteri discrezionali del giudice nella direzione dell’udienza – non deriva l’obbligo del giudice stesso di accogliere una richiesta di rinvio congiuntamente formulata da entrambe le parti. Cass. civ. sez. I 13 febbraio 2001, n. 2008

Istituti giuridici

Novità giuridiche