(D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285)

Abrogazione di norme precedentemente in vigore

Articolo 231 - Codice della Strada

(1) 1. Sono abrogate dalla data di entrata in vigore del presente codice, salvo quanto diversamente previsto dalle disposizioni del capo II del presente titolo, le seguenti disposizioni:
— R.D. 8 dicembre 1933, n. 1740, nella parte rimasta in vigore ai sensi dell’art. 145 del D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— R.D.L. 16 dicembre 1935, n. 2771, modificato dalla L. 24 dicembre 1951, n. 1583, art. 3;
— L. 12 febbraio 1958, n. 126, ad eccezione dell’art. 14;
— D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— D.P.R. 30 giugno 1959, n. 420;
— L. 7 febbraio 1961, n. 59, art. 25, lett. n);
— L. 24 luglio 1961, n. 729, art. 9, sesto comma;
— L. 12 dicembre 1962, n. 1702;
— L. 3 febbraio 1963, n. 74;
— L. 11 febbraio 1963, n. 142;
— L. 26 giugno 1964, n. 434;
— L. 15 febbraio 1965, n. 106;
— L. 14 maggio 1965, n. 576;
— L. 4 maggio 1966, n. 263;
— L. 1 giugno 1966, n. 416;
— L. 20 giugno 1966, n. 599;
— L. 13 luglio 1966, n. 615, limitatamente al capo VI;
— D.L. 21 dicembre 1966, n. 1090, convertito dalla L. 16 febbraio 1967, n. 14 (2);
— L. 9 luglio 1967, n. 572;
— L. 4 gennaio 1968, n. 14;
— L. 13 agosto 1969, n. 613;
— L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 32, limitatamente ai veicoli;
— L. 10 luglio 1970, n. 579;
— D.P.R. 22 febbraio 1971, n. 323;
— L. 31 marzo 1971, n. 201;
— L. 3 giugno 1971, n. 437;
— L. 22 febbraio 1973, n. 59;
— D.L. 23 novembre 1973, n. 741, convertito dalla L. 22 dicembre 1973, n. 842;
— L. 27 dicembre 1973, n. 942;
— L. 14 febbraio 1974, n. 62;
— L. 15 febbraio 1974, n. 38;
— L. 14 agosto 1974, n. 394;
— D.L. 11 agosto 1975, n. 367, convertito dalla L. 10 ottobre 1975, n. 486;
— L. 10 ottobre 1975, n. 486;
— L. 25 novembre 1975, n. 707;
— L. 7 aprile 1976, n. 125;
— L. 5 maggio 1976, n. 313;
— L. 8 agosto 1977, n. 631;
— L. 18 ottobre 1978, n. 625, art. 4, terzo comma;
— L. 24 marzo 1980, n. 85;
— L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 16, secondo comma, per la parte relativa al T.U. delle norme sulla circolazione stradale, approvato con D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— L. 10 febbraio 1982, n. 38;
— L. 16 ottobre 1984, n. 719;
— L. 11 gennaio 1986, n. 3;
— D.L. 6 febbraio 1987, n. 16, convertito dalla L. 30 marzo 1987, n. 132, artt. 8, 9, 14, 15 e 16;
— L. 14 febbraio 1987, n. 37;
— L. 18 marzo 1988, n. 111;
— L. 24 marzo 1988, n. 112;
— L. 24 marzo 1989, n. 122, titolo IV;
— L. 22 aprile 1989, n. 143;
— D.L. 24 giugno 1989, n. 238, convertito dalla L. 4 agosto 1989, n. 284;
— L. 23 marzo 1990, n. 67;
— L. 2 agosto 1990, n. 229;
— L. 15 dicembre 1990, n. 399;
— L. 8 agosto 1991, n. 264, art. 7, comma 3;
— L. 14 ottobre 1991, n. 336;
— L. 8 novembre 1991, n. 376;
— L. 5 febbraio 1992, n. 122, art. 12.
2. Sono inoltre abrogate tutte le disposizioni comunque contrarie o incompatibili con le norme del presente codice (406 reg.).
3. In deroga a quanto previsto dal capo I del titolo II, si applicano le disposizioni di cui al capo V del titolo II del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1º agosto 2003, n. 259, e successive modificazioni (3). Restano, comunque, in vigore le disposizioni di cui alla L. 24 gennaio 1978, n. 27.

Articolo 231 - Codice della Strada

(1) 1. Sono abrogate dalla data di entrata in vigore del presente codice, salvo quanto diversamente previsto dalle disposizioni del capo II del presente titolo, le seguenti disposizioni:
— R.D. 8 dicembre 1933, n. 1740, nella parte rimasta in vigore ai sensi dell’art. 145 del D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— R.D.L. 16 dicembre 1935, n. 2771, modificato dalla L. 24 dicembre 1951, n. 1583, art. 3;
— L. 12 febbraio 1958, n. 126, ad eccezione dell’art. 14;
— D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— D.P.R. 30 giugno 1959, n. 420;
— L. 7 febbraio 1961, n. 59, art. 25, lett. n);
— L. 24 luglio 1961, n. 729, art. 9, sesto comma;
— L. 12 dicembre 1962, n. 1702;
— L. 3 febbraio 1963, n. 74;
— L. 11 febbraio 1963, n. 142;
— L. 26 giugno 1964, n. 434;
— L. 15 febbraio 1965, n. 106;
— L. 14 maggio 1965, n. 576;
— L. 4 maggio 1966, n. 263;
— L. 1 giugno 1966, n. 416;
— L. 20 giugno 1966, n. 599;
— L. 13 luglio 1966, n. 615, limitatamente al capo VI;
— D.L. 21 dicembre 1966, n. 1090, convertito dalla L. 16 febbraio 1967, n. 14 (2);
— L. 9 luglio 1967, n. 572;
— L. 4 gennaio 1968, n. 14;
— L. 13 agosto 1969, n. 613;
— L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 32, limitatamente ai veicoli;
— L. 10 luglio 1970, n. 579;
— D.P.R. 22 febbraio 1971, n. 323;
— L. 31 marzo 1971, n. 201;
— L. 3 giugno 1971, n. 437;
— L. 22 febbraio 1973, n. 59;
— D.L. 23 novembre 1973, n. 741, convertito dalla L. 22 dicembre 1973, n. 842;
— L. 27 dicembre 1973, n. 942;
— L. 14 febbraio 1974, n. 62;
— L. 15 febbraio 1974, n. 38;
— L. 14 agosto 1974, n. 394;
— D.L. 11 agosto 1975, n. 367, convertito dalla L. 10 ottobre 1975, n. 486;
— L. 10 ottobre 1975, n. 486;
— L. 25 novembre 1975, n. 707;
— L. 7 aprile 1976, n. 125;
— L. 5 maggio 1976, n. 313;
— L. 8 agosto 1977, n. 631;
— L. 18 ottobre 1978, n. 625, art. 4, terzo comma;
— L. 24 marzo 1980, n. 85;
— L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 16, secondo comma, per la parte relativa al T.U. delle norme sulla circolazione stradale, approvato con D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393;
— L. 10 febbraio 1982, n. 38;
— L. 16 ottobre 1984, n. 719;
— L. 11 gennaio 1986, n. 3;
— D.L. 6 febbraio 1987, n. 16, convertito dalla L. 30 marzo 1987, n. 132, artt. 8, 9, 14, 15 e 16;
— L. 14 febbraio 1987, n. 37;
— L. 18 marzo 1988, n. 111;
— L. 24 marzo 1988, n. 112;
— L. 24 marzo 1989, n. 122, titolo IV;
— L. 22 aprile 1989, n. 143;
— D.L. 24 giugno 1989, n. 238, convertito dalla L. 4 agosto 1989, n. 284;
— L. 23 marzo 1990, n. 67;
— L. 2 agosto 1990, n. 229;
— L. 15 dicembre 1990, n. 399;
— L. 8 agosto 1991, n. 264, art. 7, comma 3;
— L. 14 ottobre 1991, n. 336;
— L. 8 novembre 1991, n. 376;
— L. 5 febbraio 1992, n. 122, art. 12.
2. Sono inoltre abrogate tutte le disposizioni comunque contrarie o incompatibili con le norme del presente codice (406 reg.).
3. In deroga a quanto previsto dal capo I del titolo II, si applicano le disposizioni di cui al capo V del titolo II del codice delle comunicazioni elettroniche, di cui al decreto legislativo 1º agosto 2003, n. 259, e successive modificazioni (3). Restano, comunque, in vigore le disposizioni di cui alla L. 24 gennaio 1978, n. 27.

Note

(1) Si veda l’art. 406 Reg. c.s.
(2) A norma dell’art. 4 del D.L. 1° luglio 1994, n. 428, convertito, con modificazioni, nella L. 8 agosto 1994, n. 505, l’abrogazione di questo provvedimento, deve intendersi riferita agli artt. 2, 7 e 8, che disciplinano materie attinenti la circolazione stradale.
(3) Questo periodo è stato così sostituito dall’art. 1, comma 6, della L. 18 giugno 2009, n. 69.

Massime

In materia di illeciti amministrativi, i principi di legalità, di irretroattività e di divieto dell’analogia, risultanti dall’art. 11 legge 689/1981, comportano l’assoggettamento del comportamento considerato alla legge del tempo del suo verificarsi, nonostante il sopravvenire di legge più favorevole, con l’ulteriore conseguenza che l’abrogazione della norma da applicare (nella specie, art. 8, terzo comma, legge 132/1987, in tema di responsabilità del proprietario di veicolo e del titolare di autorizzazione al trasporto per non aver impedito l’illecita circolazione di un veicolo, abrogato dall’art. 231 del d.lgs. 285/1992, contenente il nuovo codice della strada) non può condurre all’interpretazione della stessa in senso favorevole al contravventore se a tale interpretazione non possa pervenirsi con i normali criteri ermeneutici. Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 10400 del 25 novembre 1996 (Cass. civ. n. 10400/1996)

In tema di violazione del codice della strada, il fatto di circolare con targhe fabbricate abusivamente, non solo non è stato depenalizzato dall’art. 231 del nuovo codice entrato in vigore con Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285, ma anzi, a partire dal 1 ottobre 1993 esso è punito più severamente rispetto alla previsione dell’art. 68 del codice previgente. Perciò, per i fatti anteriormente verificatisi, deve applicarsi, nel rispetto del principio dell’art. 2 c.p., la norma del codice della strada del 1959 (del 15 giugno 1959 n. 393). Cassazione penale, Sez. VI, sentenza n. 3606 del 15 novembre 1995 (Cass. pen. n. 3606/1995)

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati