(D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285)

Sanzione accessoria della rimozione o blocco del veicolo

Articolo 215 - Codice della Strada

(1) 1. Quando, ai sensi del presente codice, è prevista la sanzione amministrativa accessoria della rimozione del veicolo (159), questa è operata dagli organi di polizia (12) che accertano la violazione, i quali provvedono a che il veicolo, secondo le norme di cui al regolamento di esecuzione (397 reg.), sia trasportato e custodito in luoghi appositi. L’applicazione della sanzione accessoria è indicata nel verbale di contestazione notificato a termine dell’art. 201.
2. I veicoli rimossi ai sensi del comma 1 sono restituiti all’avente diritto, previo rimborso delle spese di intervento, rimozione e custodia, con le modalità previste dal regolamento di esecuzione (397 reg.). Alle dette spese si applica il terzo comma dell’art. 2756 del codice civile.
3. Nell’ipotesi in cui è consentito il blocco (159) del veicolo, questo è disposto dall’organo di polizia che accerta la violazione, secondo le modalità stabilite dal regolamento. Dell’eseguito blocco è fatta menzione nel verbale di contestazione (200) notificato ai sensi dell’art. 201. La rimozione del blocco è effettuata a richiesta dall’avente diritto, previo pagamento delle spese di intervento, bloccaggio e rimozione del blocco, secondo le modalità stabilite nel regolamento. Alle dette spese si applica il terzo comma dell’art. 2756 del codice civile (398 reg.).
4. Trascorsi centottanta giorni dalla notificazione del verbale (201) contenente la contestazione della violazione e l’indicazione della effettuata rimozione o blocco, senza che il proprietario o l’intestatario del documento di circolazione (93) si siano presentati all’ufficio o comando da cui dipende l’organo che ha effettuato la rimozione o il blocco, il veicolo può essere alienato o demolito secondo le modalità stabilite dal regolamento.
Nell’ipotesi di alienazione, il ricavato serve alla soddisfazione della sanzione pecuniaria se non versata, nonché delle spese di rimozione, di custodia e di blocco. L’eventuale residuo viene restituito all’avente diritto.
5. Avverso la sanzione amministrativa accessoria della rimozione o blocco del veicolo è ammesso ricorso al prefetto, a norma dell’art. 203.

Articolo 215 - Codice della Strada

(1) 1. Quando, ai sensi del presente codice, è prevista la sanzione amministrativa accessoria della rimozione del veicolo (159), questa è operata dagli organi di polizia (12) che accertano la violazione, i quali provvedono a che il veicolo, secondo le norme di cui al regolamento di esecuzione (397 reg.), sia trasportato e custodito in luoghi appositi. L’applicazione della sanzione accessoria è indicata nel verbale di contestazione notificato a termine dell’art. 201.
2. I veicoli rimossi ai sensi del comma 1 sono restituiti all’avente diritto, previo rimborso delle spese di intervento, rimozione e custodia, con le modalità previste dal regolamento di esecuzione (397 reg.). Alle dette spese si applica il terzo comma dell’art. 2756 del codice civile.
3. Nell’ipotesi in cui è consentito il blocco (159) del veicolo, questo è disposto dall’organo di polizia che accerta la violazione, secondo le modalità stabilite dal regolamento. Dell’eseguito blocco è fatta menzione nel verbale di contestazione (200) notificato ai sensi dell’art. 201. La rimozione del blocco è effettuata a richiesta dall’avente diritto, previo pagamento delle spese di intervento, bloccaggio e rimozione del blocco, secondo le modalità stabilite nel regolamento. Alle dette spese si applica il terzo comma dell’art. 2756 del codice civile (398 reg.).
4. Trascorsi centottanta giorni dalla notificazione del verbale (201) contenente la contestazione della violazione e l’indicazione della effettuata rimozione o blocco, senza che il proprietario o l’intestatario del documento di circolazione (93) si siano presentati all’ufficio o comando da cui dipende l’organo che ha effettuato la rimozione o il blocco, il veicolo può essere alienato o demolito secondo le modalità stabilite dal regolamento.
Nell’ipotesi di alienazione, il ricavato serve alla soddisfazione della sanzione pecuniaria se non versata, nonché delle spese di rimozione, di custodia e di blocco. L’eventuale residuo viene restituito all’avente diritto.
5. Avverso la sanzione amministrativa accessoria della rimozione o blocco del veicolo è ammesso ricorso al prefetto, a norma dell’art. 203.

Note

(1) Si vedano gli artt. 397 e 398 Reg. c.s.

Massime

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati