(D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285)

Sigla distintiva dello Stato di immatricolazione

Articolo 133 - Codice della Strada

(1) 1. Gli autoveicoli (47), motoveicoli (53) e rimorchi (56) immatricolati in uno Stato estero, quando circolano in Italia, devono essere muniti posteriormente della sigla distintiva dello Stato di origine (339 reg.).
2. La sigla deve essere conforme alle disposizioni delle convenzioni internazionali.
3. Sugli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi sia nazionali che stranieri che circolano in Italia è vietato l’uso di sigla diversa da quella dello Stato di immatricolazione del veicolo.
4. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 85 a € 338.

Articolo 133 - Codice della Strada

(1) 1. Gli autoveicoli (47), motoveicoli (53) e rimorchi (56) immatricolati in uno Stato estero, quando circolano in Italia, devono essere muniti posteriormente della sigla distintiva dello Stato di origine (339 reg.).
2. La sigla deve essere conforme alle disposizioni delle convenzioni internazionali.
3. Sugli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi sia nazionali che stranieri che circolano in Italia è vietato l’uso di sigla diversa da quella dello Stato di immatricolazione del veicolo.
4. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 85 a € 338.

Note

(1) Si veda l’art. 339 Reg. c.s.

Massime

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati