Art. 53 quinquies – Codice della nautica da diporto

(D.lgs. 18 luglio 2005, n. 171)

Sospensione della licenza di navigazione e ritiro della dichiarazione di potenza

Art. 53 quinquies - codice della nautica da diporto

(1) 1. La sanzione accessoria della sospensione della licenza di navigazione da quindici a sessanta giorni, qualora il trasgressore sia il proprietario o l’armatore o l’utilizzatore dell’unità da diporto in locazione finanziaria, si applica:
a) per le violazioni di cui all’articolo 53, comma 1;
b) per le violazioni di cui all’articolo 53-bis, comma 2;
c) per le violazioni di cui all’articolo 53-ter, comma 2;
d) per le violazioni di cui all’articolo 53-quater, comma 1;
e) per le violazioni di cui all’articolo 55, comma 3;
f) nei casi in cui le violazioni di cui all’articolo 53, comma 9, sono reiterate nei due anni dal compimento della prima violazione.
2. Il periodo di sospensione di cui al comma 1 è riportato sulla licenza di navigazione.
3. Se le violazioni di cui al comma 1 sono commesse mediante utilizzo di un natante da diporto, si procede al ritiro della dichiarazione di potenza o del documento equivalente da parte dell’organo accertatore per un periodo di tempo da quindici a sessanta giorni.
4. In caso di navigazione con licenza di navigazione sospesa o senza la dichiarazione di potenza o documento equivalente in quanto ritirati, è disposto il sequestro cautelare amministrativo dell’unità da diporto, di cui all’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689.

Art. 53 quinquies - Codice della nautica da diporto

(1) 1. La sanzione accessoria della sospensione della licenza di navigazione da quindici a sessanta giorni, qualora il trasgressore sia il proprietario o l’armatore o l’utilizzatore dell’unità da diporto in locazione finanziaria, si applica:
a) per le violazioni di cui all’articolo 53, comma 1;
b) per le violazioni di cui all’articolo 53-bis, comma 2;
c) per le violazioni di cui all’articolo 53-ter, comma 2;
d) per le violazioni di cui all’articolo 53-quater, comma 1;
e) per le violazioni di cui all’articolo 55, comma 3;
f) nei casi in cui le violazioni di cui all’articolo 53, comma 9, sono reiterate nei due anni dal compimento della prima violazione.
2. Il periodo di sospensione di cui al comma 1 è riportato sulla licenza di navigazione.
3. Se le violazioni di cui al comma 1 sono commesse mediante utilizzo di un natante da diporto, si procede al ritiro della dichiarazione di potenza o del documento equivalente da parte dell’organo accertatore per un periodo di tempo da quindici a sessanta giorni.
4. In caso di navigazione con licenza di navigazione sospesa o senza la dichiarazione di potenza o documento equivalente in quanto ritirati, è disposto il sequestro cautelare amministrativo dell’unità da diporto, di cui all’articolo 13 della legge 24 novembre 1981, n. 689.

Note

(1) Il presente articolo è stato inserito dall’art. 41, D.Lgs. 03.11.2017, n. 229 con decorrenza dal 13.02.2018.

Istituti giuridici

Novità giuridiche