Art. 220 – Codice dei Contratti Pubblici (Nuovo Codice degli Appalti)

(D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50)

Entrata in vigore

Articolo 220 - Codice dei Contratti Pubblici (Nuovo Codice degli Appalti)

1. Il presente codice entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. (2) (1)

Articolo 220 - Codice dei Contratti Pubblici (Nuovo Codice degli Appalti)

1. Il presente codice entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. (2) (1)

Note

(1) Ai sensi del Com. Anac 03.05.2016, emanato sentita l’Avvocatura di Stato e richiamato il precedente Com. 22.04.2016, in relazione al regime transitorio del d.lgs. 50/2016 delineato in particolare dagli articoli 216, comma 1 e 220, le disposizioni del d.lgs. 50/2016 riguarderanno i bandi e gli avvisi pubblicati a decorrere dal 20 aprile 2016, mentre con riferimento ai soli bandi o avvisi pubblicati nella giornata del 19 aprile 2016, per essi, in particolare, continua ad operare il pregresso regime giuridico, n base al principio generale di cui all’art. 11 delle preleggi al codice civile ed all’esigenza di tutela della buona fede delle stazioni appaltanti. Successivamente con Com. Anac 11.05.2016 sono stati forniti ulteriori chiarimenti sugli affidamenti per cui continuano ad applicarsi le disposizioni del Dlgs. 163 del 2016.
(2) Il presente comma è stato così corretto con Avviso di rettifica pubblicato nella G.U. 15.07.2016, n. 164.

Massime

Non è implausibile la motivazione del rimettente sull’applicabilità ratione temporis della norma censurata, ai sensi del combinato disposto degli artt. 204 e 220 del d.lgs. n. 50 del 2016, nel giudizio di legittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2-bis, cod. proc. amm., avente ad oggetto le procedure di affidamento dei contratti pubblici. Il giudice a quo argomenta sulla ricorrenza del presupposto di operatività della pubblicazione del provvedimento di ammissione, ai sensi dell’art. 29 del citato decreto, e sulla sussistenza di una controversia avente ad oggetto il possesso in capo all’aggiudicataria di un requisito tecnico-professionale richiesto a pena di esclusione. (Corte Costituzionale Sentenza 13 dicembre 2019 n. 271)

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Istituti giuridici

Novità giuridiche