(D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50)

Opera pubblica realizzata a spese del privato

Articolo 20 - Codice dei Contratti Pubblici (Nuovo Codice degli Appalti)

1. Il presente codice non si applica al caso in cui un’amministrazione pubblica stipuli una convenzione con la quale un soggetto pubblico o privato si impegni alla realizzazione, a sua totale cura e spesa e previo ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni, di un’opera pubblica o di un suo lotto funzionale o di parte dell’opera prevista nell’ambito di strumenti o programmi urbanistici, fermo restando il rispetto dell’articolo 80.
2. L’amministrazione, prima della stipula della convenzione, valuta che il progetto di fattibilità delle opere da eseguire con l’indicazione del tempo massimo in cui devono essere completate e lo schema dei relativi contratti di appalto presentati dalla controparte siano rispondenti alla realizzazione delle opere pubbliche di cui al comma 1.
3. La convenzione disciplina anche le conseguenze in caso di inadempimento comprese anche eventuali penali e poteri sostitutivi.

Articolo 20 - Codice dei Contratti Pubblici (Nuovo Codice degli Appalti)

1. Il presente codice non si applica al caso in cui un’amministrazione pubblica stipuli una convenzione con la quale un soggetto pubblico o privato si impegni alla realizzazione, a sua totale cura e spesa e previo ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni, di un’opera pubblica o di un suo lotto funzionale o di parte dell’opera prevista nell’ambito di strumenti o programmi urbanistici, fermo restando il rispetto dell’articolo 80.
2. L’amministrazione, prima della stipula della convenzione, valuta che il progetto di fattibilità delle opere da eseguire con l’indicazione del tempo massimo in cui devono essere completate e lo schema dei relativi contratti di appalto presentati dalla controparte siano rispondenti alla realizzazione delle opere pubbliche di cui al comma 1.
3. La convenzione disciplina anche le conseguenze in caso di inadempimento comprese anche eventuali penali e poteri sostitutivi.

Note

Massime

Il Comune è obbligato a provvedere se vi è un’istanza di un privato rivolta ad ottenere l’autorizzazione per realizzare a proprie spese un marciapiede su un’area pubblica. In base all’art. 20 del d.lgs. 50/2016 – ha affermato la sentenza – l’Amministrazione ha l’obbligo di dare una risposta, e non può rimanere in silenzio. (Tribunale Amministrativo Regionale CAMPANIA – Napoli Sezione 3 Sentenza 28 marzo 2017 n. 1708)

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati