Art. 959 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Diritti dell'enfiteuta

Articolo 959 - codice civile

L’enfiteuta ha gli stessi diritti che avrebbe il proprietario sui frutti del fondo (820, 832), sul tesoro (932) e relativamente alle utilizzazioni del sottosuolo (840) in conformità delle disposizioni delle leggi speciali (1077, 1078). Il diritto dell’enfiteuta si estende alle accessioni (817 ss., 934 ss.).

Articolo 959 - Codice Civile

L’enfiteuta ha gli stessi diritti che avrebbe il proprietario sui frutti del fondo (820, 832), sul tesoro (932) e relativamente alle utilizzazioni del sottosuolo (840) in conformità delle disposizioni delle leggi speciali (1077, 1078). Il diritto dell’enfiteuta si estende alle accessioni (817 ss., 934 ss.).

Massime

Il diritto dell’enfiteuta al pieno godimento del fondo non può in alcun modo essere limitato, in costanza del contratto di enfiteusi, dalla imposizione di una servitù passiva da parte del direttario. Cass. civ. sez. II, 3 gennaio 1995, n. 52

Istituti giuridici

Novità giuridiche