Art. 501 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Reclami

Articolo 501 - codice civile

Compiuto lo stato di graduazione (499), il notaio ne dà avviso con raccomandata ai creditori e legatari di cui è noto il domicilio o la residenza, e provvede alla pubblicazione di un estratto dello stato nel foglio degli annunzi legali della provincia (1). Trascorsi senza reclami (778 c.p.c.) trenta giorni dalla data di questa pubblicazione, lo stato di graduazione diviene definitivo (502).

Articolo 501 - Codice Civile

Compiuto lo stato di graduazione (499), il notaio ne dà avviso con raccomandata ai creditori e legatari di cui è noto il domicilio o la residenza, e provvede alla pubblicazione di un estratto dello stato nel foglio degli annunzi legali della provincia (1). Trascorsi senza reclami (778 c.p.c.) trenta giorni dalla data di questa pubblicazione, lo stato di graduazione diviene definitivo (502).

Note

(1) A norma dell’art. 31, comma 1, della L. 24 novembre 2000, n. 340, a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della stessa legge sono aboliti i fogli degli annunzi legali delle province.

Massime

In tema di accettazione di eredità con beneficio d’inventario, poiché il reclamo contro lo stato di graduazione previsto dall’art. 501 c.c. dev’essere proposto, a norma dell’art. 778, terzo comma, c.p.c. con citazione, dando luogo così a un ordinario giudizio contenzioso, ne deriva che l’appello deve proporsi nella medesima forma. Cass. civ. sez. II, 28 marzo 2012, n. 4972

Istituti giuridici

Novità giuridiche