Art. 2917 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato al D.Lgs. 26 ottobre 2020, n. 147)

Estinzione del credito pignorato

Articolo 2917 - codice civile

Se oggetto del pignoramento è un credito (2800 ss.; 543 ss. c.p.c.), l’estinzione di esso per cause verificatesi (1243) in epoca successiva al pignoramento non ha effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell’esecuzione (1830; 498 ss. c.p.c.).

Articolo 2917 - Codice Civile

Se oggetto del pignoramento è un credito (2800 ss.; 543 ss. c.p.c.), l’estinzione di esso per cause verificatesi (1243) in epoca successiva al pignoramento non ha effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell’esecuzione (1830; 498 ss. c.p.c.).

Massime

Ai fini dell’applicabilità dell’art. 2917 c.c. – il quale prevede che, se oggetto del pignoramento è un credito, l’estinzione di esso per cause verificatesi in epoca successiva al pignoramento non ha effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell’esecuzione – ciò che rileva è la posteriorità del fatto genetico del credito opposto in compensazione, per cui, se questo è anteriore al pignoramento, la compensazione può essere utilmente eccepita ed è opponibile al creditore pignorante, non rilevando, invece, il fatto che esso si sia estinto per compensazione giudiziale soltanto dopo il pignoramento.  Cass. civ., sez. , lav., , 21 maggio 2019, n. 13647

In tema di espropriazione presso terzi, ove il “debitor debitoris”, destinatario di un’ordinanza di assegnazione del credito, emetta in pagamento di essa un assegno (bancario o circolare), ciò impedisce, ove in seguito il terzo debitore riceva la notifica di un pignoramento del credito oggetto dell’ordinanza di assegnazione a carico del detto creditore assegnatario, di considerare esistente, agli effetti dell’art. 2917 c.c. ed ai fini dell’esecuzione introdotta con il detto pignoramento, il credito pignorato, ancorché l’assegno non sia stato pagato o non risulti la relativa prova, in quanto l’emissione di un assegno e l’incorporazione del credito nel titolo comportano, ai sensi dell’art. 1997 c.c., che il vincolo di un pignoramento possa realizzarsi solo tramite il pignoramento del titolo e considerato che l’emissione dell’assegno, quale causa efficiente dell’estinzione del credito nella dimensione anteriore all’incorporazione è, agli effetti dell’art. 2917 c.c., precedente al pignoramento.  Cass. civ., sez. , III, , 4 agosto 2017, n. 19485

L’art. 2917 cod. civ., ai sensi del quale l’estinzione del credito pignorato per cause verificatesi in epoca successiva al pignoramento non ha effetto in pregiudizio dei creditori, non si riferisce soltanto ai fatti volontari (quali il pagamento, la novazione, la rimessione), ma a qualunque causa estintiva, in quanto il pignoramento comporta l’indisponibilità e la separazione dal restante patrimonio del credito pignorato, che resta, pertanto, insensibile a tutte le posteriori cause di estinzione, ivi compresa la compensazione legale per effetto della coesistenza dei reciproci crediti e debiti verificatasi dopo il pignoramento.  Cass. civ., sez. , I, , 15 maggio 2014, n. 10683

L’incasso dell’assegno post-datato, in quanto successivo alla notificazione del pignoramento, non è opponibile al creditore pignorante ex art. 2917 c.c. anche se, in ipotesi, la dazione dell’assegno al creditore, debitore esecutato, abbia preceduto il pignoramento.  Cass. civ., sez. , III, , 20 aprile 2012, n. 6265

Fino al momento della dichiarazione dell’estinzione per compensazione legale di due crediti reciproci certi, liquidi ed esigibili, pur se riferiti allo stesso rapporto, gli opposti crediti restano separatamente esposti ai relativi eventi estintivi, quale la prescrizione, o afferenti alla loro disponibilità. Sicché – per effetto del disposto dell’art. 2917 c.c. – l’estinzione per compensazione, sia tecnica che atecnica, del credito pignorato successiva al pignoramento non ha effetto in pregiudizio del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell’esecuzione, ove siano identificabili due distinte situazioni giuridiche, di credito e di debito, ancorché nascenti da un unico rapporto.  Cass. civ., , sez. lav., , 19 novembre 1998, n. 11690

In tema di pignoramento di crediti, qualora prima dell’intimazione il terzo pignorato abbia girato al debitore diretto un assegno bancario in adempimento dell’obbligazione corrispondente al credito poi pignorato, l’estinzione dell’obbligazione del terzo pignorato è opponibile al creditore pignorante solo se anche il pagamento dell’assegno sia eseguito prima dell’intimazione.  Cass. civ., , sez. III, , 5 febbraio 1997, n. 1108

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Istituti giuridici

Novità giuridiche

Codici e leggi

CEDU (Convenzione Europea dei Diritti Umani)

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

GDPR (679/2016)

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge sul Divorzio

Legge sul Processo Amministrativo

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico sull’immigrazione

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Altre leggi