Art. 287 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Legittimazione in base alla procura per il matrimonio

Articolo 287 - codice civile

Nei casi in cui è consentito di celebrare matrimonio per procura (111), quando concorrono le condizioni per la legittimazione per susseguente matrimonio (281) la legittimazione dei figli naturali con provvedimento del giudice può essere domandata in base alla procura a contrarre il matrimonio, se questo non potè essere celebrato per la sopravvenuta morte del mandante (285).
Quando i figli non sono stati riconosciuti, per domandarne la legittimazione è necessario che dalla procura risulti la volontà di riconoscerli (254) o di legittimarli (289).

Articolo 287 - Codice Civile

Nei casi in cui è consentito di celebrare matrimonio per procura (111), quando concorrono le condizioni per la legittimazione per susseguente matrimonio (281) la legittimazione dei figli naturali con provvedimento del giudice può essere domandata in base alla procura a contrarre il matrimonio, se questo non potè essere celebrato per la sopravvenuta morte del mandante (285).
Quando i figli non sono stati riconosciuti, per domandarne la legittimazione è necessario che dalla procura risulti la volontà di riconoscerli (254) o di legittimarli (289).

Istituti giuridici

Novità giuridiche