Art. 2836 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Iscrizione in base ad atto pubblico o a sentenza

Articolo 2836 - Codice Civile

Se il titolo per l’iscrizione risulta da un atto pubblico (2699) ricevuto nello Stato o da una sentenza (131 ss. c.p.c.) o da altro provvedimento giudiziale ad essa parificato (655 c.p.c.), si deve presentare copia del titolo (2818).

Articolo 2836 - Codice Civile

Se il titolo per l’iscrizione risulta da un atto pubblico (2699) ricevuto nello Stato o da una sentenza (131 ss. c.p.c.) o da altro provvedimento giudiziale ad essa parificato (655 c.p.c.), si deve presentare copia del titolo (2818).

Note

Massime

Se è vero che l’art. 2836 c.c. stabilisce che, ove il titolo per l’iscrizione dell’ipoteca risulti da atto pubblico o da sentenza o da altro provvedimento giudiziale ad essa parificato, si deve presentare copia del titolo stesso, è anche vero che il secondo comma della stessa norma, al fine di agevolare l’iscrizione, evitando il ritardo che potrebbe derivare dall’obbligo di eseguire prima la registrazione, consente, richiamando espressamente la disposizione dell’art. 2669 c.c., che si possa chiedere la iscrizione stessa anche prima che sia registrato il titolo costitutivo, presentando al conservatore, oltre la nota in doppio esemplare, indicata dall’art. 2959, una copia della medesima (la cosiddetta «terza nota»), la quale, a cura del conservatore, deve essere vidimata e trasmessa immediatamente all’ufficio del registro competente a riscuotere l’imposta.  Cass. civ., , sez. I, , 20 ottobre 1975, n. 3427

Metti in mostra la tua 
professionalità!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Istituti giuridici

Novità giuridiche