Art. 2675 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

ARTICOLO ABROGATO - Responsabilità del conservatore

Articolo 2675 - codice civile

(1) [Il conservatore è responsabile dei danni derivati:
1) dall’omissione, nei suoi registri, delle trascrizioni, delle iscrizioni e delle relative annotazioni, come pure dagli errori incorsi in tali operazioni;
2) dall’omissione, nei suoi certificati, delle trascrizioni, iscrizioni o annotazioni, come pure dagli errori incorsi nei medesimi, salvo che l’omissione o l’errore provenga da indicazioni insufficienti a lui non imputabili;
3) dalle cancellazioni indebitamente operate.]

Articolo 2675 - Codice Civile

(1) [Il conservatore è responsabile dei danni derivati:
1) dall’omissione, nei suoi registri, delle trascrizioni, delle iscrizioni e delle relative annotazioni, come pure dagli errori incorsi in tali operazioni;
2) dall’omissione, nei suoi certificati, delle trascrizioni, iscrizioni o annotazioni, come pure dagli errori incorsi nei medesimi, salvo che l’omissione o l’errore provenga da indicazioni insufficienti a lui non imputabili;
3) dalle cancellazioni indebitamente operate.]

Note

(1) Articolo abrogato dall’art. 2 della L. 21 gennaio 1983, n. 22

Istituti giuridici

Novità giuridiche