Art. 2409 quinquies – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

ARTICOLO ABROGATO - Cause di ineleggibilità e di decadenza

Articolo 2409 quinquies - codice civile

[Salvo quanto disposto dall’articolo 2409 bis, terzo comma, non possono essere incaricati del controllo contabile, e se incaricati decadono dall’ufficio, i sindaci della società o delle società da questa controllate, delle società che la controllano o di quelle sottoposte a comune controllo, nonché coloro che si trovano nelle condizioni previste dall’articolo 2399, primo comma.
Lo statuto può prevedere altre cause di ineleggibilità o di decadenza, nonché cause di incompatibilità; può prevedere altresì ulteriori requisiti concernenti la specifica qualificazione professionale del soggetto incaricato del controllo contabile.
Nel caso di società di revisione le disposizioni del presente articolo si applicano con riferimento ai soci della medesima ed ai soggetti incaricati della revisione.]

Articolo 2409 quinquies - Codice Civile

[Salvo quanto disposto dall’articolo 2409 bis, terzo comma, non possono essere incaricati del controllo contabile, e se incaricati decadono dall’ufficio, i sindaci della società o delle società da questa controllate, delle società che la controllano o di quelle sottoposte a comune controllo, nonché coloro che si trovano nelle condizioni previste dall’articolo 2399, primo comma.
Lo statuto può prevedere altre cause di ineleggibilità o di decadenza, nonché cause di incompatibilità; può prevedere altresì ulteriori requisiti concernenti la specifica qualificazione professionale del soggetto incaricato del controllo contabile.
Nel caso di società di revisione le disposizioni del presente articolo si applicano con riferimento ai soci della medesima ed ai soggetti incaricati della revisione.]

Note

(1) Questo articolo è stato abrogato dall’art. 37, comma 9, del D.L.vo 27 gennaio 2010, n. 39. A norma dell’art. 43, comma 1, lett. l), del D.L.vo 27 gennaio 2010, n. 39, questo articolo è abrogato ma continua ad applicarsi fino alla data di entrata in vigore dei regolamenti del Ministro dell’economia e delle finanze emanati ai sensi dello stesso D.L.vo n. 39/2010.

Istituti giuridici

Novità giuridiche