Art. 2006 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Smarrimento e sottrazione del titolo

Articolo 2006 - codice civile

Salvo disposizioni di leggi speciali, non è ammesso l’ammortamento dei titoli al portatore smarriti o sottratti.
Tuttavia chi denunzia all’emittente lo smarrimento o la sottrazione d’un titolo al portatore e gliene fornisce la prova ha diritto alla prestazione e agli accessori della medesima, decorso il termine di prescrizione del titolo (2946).
Il debitore che esegue la prestazione a favore del possessore del titolo prima del termine suddetto è liberato, salvo che si provi che egli conoscesse il vizio del possesso del presentatore (1992).
Se i titoli smarriti o sottratti sono azioni al portatore (2355), il denunziante può essere autorizzato dal tribunale, previa cauzione (119 c.p.c.), se del caso, a esercitare i diritti inerenti alle azioni anche prima del termine di prescrizione, fino a quando i titoli non vengano presentati da altri.
È salvo, in ogni caso, l’eventuale diritto del denunziante verso il possessore del titolo.

Articolo 2006 - Codice Civile

Salvo disposizioni di leggi speciali, non è ammesso l’ammortamento dei titoli al portatore smarriti o sottratti.
Tuttavia chi denunzia all’emittente lo smarrimento o la sottrazione d’un titolo al portatore e gliene fornisce la prova ha diritto alla prestazione e agli accessori della medesima, decorso il termine di prescrizione del titolo (2946).
Il debitore che esegue la prestazione a favore del possessore del titolo prima del termine suddetto è liberato, salvo che si provi che egli conoscesse il vizio del possesso del presentatore (1992).
Se i titoli smarriti o sottratti sono azioni al portatore (2355), il denunziante può essere autorizzato dal tribunale, previa cauzione (119 c.p.c.), se del caso, a esercitare i diritti inerenti alle azioni anche prima del termine di prescrizione, fino a quando i titoli non vengano presentati da altri.
È salvo, in ogni caso, l’eventuale diritto del denunziante verso il possessore del titolo.

Massime

In caso di smarrimento o sottrazione di un titolo al portatore, il differimento della prestazione, in favore di chi abbia denunciato tale evento all’emittente, al termine della prescrizione del titolo medesimo, stabilito dall’art. 2006 c.c., è volto unicamente ad evitare che il debitore possa essere esposto alla duplice pretesa dell’originario proprietario del titolo e dell’eventuale suo legittimo possessore. Esso, pertanto, non opera quando non sussistano (nella specie, perché i titoli erano stati sorteggiati per il rimborso) i presupposti per l’ulteriore circolazione del titolo nel momento in cui il derubato chieda l’adempimento della obbligazione cartolare. Cass. civ. sez. I 15 aprile 1992, n. 4571

Istituti giuridici

Novità giuridiche