Art. 1908 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Valore della cosa assicurata

Articolo 1908 - codice civile

Nell’accertare il danno (1905) non si può attribuire alle cose perite o danneggiate un valore superiore a quello che avevano al tempo del sinistro (1907, 1909).
Il valore delle cose assicurate può essere tuttavia stabilito al tempo della conclusione del contratto, mediante stima accettata per iscritto dalle parti (2725).
Non equivale a stima la dichiarazione di valore delle cose assicurate contenuta nella polizza o in altri documenti (515, 1021 c.n.).
Nell’assicurazione dei prodotti del suolo il danno si determina in relazione al valore che i prodotti avrebbero avuto al tempo della maturazione o al tempo in cui ordinariamente si raccolgono.

Articolo 1908 - Codice Civile

Nell’accertare il danno (1905) non si può attribuire alle cose perite o danneggiate un valore superiore a quello che avevano al tempo del sinistro (1907, 1909).
Il valore delle cose assicurate può essere tuttavia stabilito al tempo della conclusione del contratto, mediante stima accettata per iscritto dalle parti (2725).
Non equivale a stima la dichiarazione di valore delle cose assicurate contenuta nella polizza o in altri documenti (515, 1021 c.n.).
Nell’assicurazione dei prodotti del suolo il danno si determina in relazione al valore che i prodotti avrebbero avuto al tempo della maturazione o al tempo in cui ordinariamente si raccolgono.

Massime

La stipula di una polizza stimata ex art. 1908 cod. civ., che ha lo scopo di determinare convenzionalmente il valore assicurabile, non è incompatibile con l’assicurazione parziale di cui all’art. 1907 cod. civ., nella quale il valore assicurato rappresenta solo una parte del valore della cosa. Cass. civ., sez. , III 12 novembre 2013, n. 25405

Istituti giuridici

Novità giuridiche