Art. 1622 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Perdite determinate da riparazioni

Articolo 1622 - codice civile

Se l’esecuzione delle riparazioni che sono a carico del locatore determina per l’affittuario una perdita superiore al quinto del reddito annuale o, nel caso di affitto non superiore a un anno, al quinto del reddito complessivo, l’affittuario può domandare una riduzione del fitto in ragione della diminuzione del reddito oppure, secondo le circostanze, lo scioglimento del contratto (1583, 1584).

Articolo 1622 - Codice Civile

Se l’esecuzione delle riparazioni che sono a carico del locatore determina per l’affittuario una perdita superiore al quinto del reddito annuale o, nel caso di affitto non superiore a un anno, al quinto del reddito complessivo, l’affittuario può domandare una riduzione del fitto in ragione della diminuzione del reddito oppure, secondo le circostanze, lo scioglimento del contratto (1583, 1584).

Massime

L’art. 1622 c.c. stabilisce che nel caso in cui l’esecuzione delle opere di riparazione che sono a carico del locatore, e cioè quelle straordinarie, comporti per l’affittuario una perdita superiore al quinto del reddito annuale, l’affittuario può, a sua scelta domandare una riduzione del fitto in ragione della diminuzione del reddito, oppure, secondo le circostanze, lo scioglimento del contratto. Reductio ad aequitatem e rischio sono elementi i quali presuppongono necessariamente un mutamento della situazione di equilibrio esistente al momento della conclusione del contratto, e l’art. 1622 c.c. richiede che le opere straordinarie eseguite dal locatore, in costanza del rapporto, non siano state conosciute dall’affittuario al momento della conclusione del contratto, o quanto meno, non siano apparse come necessariamente eseguibili prima del termine del rapporto. Infatti l’esecuzione di opere per mettere la cosa in condizioni di funzionare normalmente e di produrre è fuori della previsione dell’art. 1622 c.c. e si pone in un momento anteriore, in quanto rientra nell’obbligo del locatore di consegnare la cosa in stato di servire all’uso e alla produzione a cui è destinata, obbligo previsto dall’art. 1617 c.c. Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 2612 del 20 settembre 1971

Istituti giuridici

Novità giuridiche