Art. 1608 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Garanzie per il pagamento della pigione

Articolo 1608 - codice civile

Nelle locazioni di case non mobiliate l’inquilino può essere licenziato se non fornisce la casa di mobili sufficienti (2764) o non presta altre garanzie idonee ad assicurare il pagamento della pigione (1179, 1587).

Articolo 1608 - Codice Civile

Nelle locazioni di case non mobiliate l’inquilino può essere licenziato se non fornisce la casa di mobili sufficienti (2764) o non presta altre garanzie idonee ad assicurare il pagamento della pigione (1179, 1587).

Massime

La domanda con la quale il locatore richiede l’attribuzione del deposito cauzionale, effettuato dal conduttore in funzione di garanzia dell’adempimento di tutti gli obblighi incombenti a suo carico, qualora non possa essere ritenuta conseguenziale — per non essere il deposito stesso commisurato all’entità del corrispettivo dovuto — alla domanda di quantificazione del canone, resta soggetta alla disciplina ordinaria della competenza per valore. Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 2622 del 14 aprile 1983

L’obbligo del locatore di depositare in un conto bancario vincolato la cauzione versata dal conduttore, con accreditamento a quest’ultimo degli interessi maturati, previsto dall’art. 9 della L. 26 novembre 1969, n. 833, ha carattere imperativo, in quanto persegue finalità di ordine generale, tutelando il contraente più debole ed impedendo che la predetta cauzione, mediante i frutti, possa tradursi in un incremento del corrispettivo della locazione. Ne consegue la nullità della clausola contrattuale che autorizzi il locatore a trattenere presso di sé il deposito cauzionale. Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 1952 del 24 marzo 1980

In tema di locazione, il deposito cauzionale versato dal conduttore ha carattere di pegno irregolare, in quanto la somma corrisposta a quel titolo passa in proprietà del locatore, e, una volta venuta meno, in forza dell’art. 4 della L. n. 841 del 1973 (che ha fissato in due mensilità di canone l’importo massimo di esso), la funzione di deposito per una parte della somma versata, il diritto del conduttore alla restituzione sorge dalla data della richiesta. Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 646 del 26 gennaio 1980

Giustamente il giudice del merito dichiara cessata la materia del contendere in una causa di risoluzione della locazione per avere l’inquilino, attraverso l’asportazione del mobilio, sottratto le garanzie idonee ad assicurare il pagamento della pigione, quando il locatore abbia in altro giudizio ottenuto lo sfratto per morosità. Cassazione civile, Sez. III, sentenza n. 2523 del 17 giugno 1977

Istituti giuridici

Novità giuridiche