Art. 1603 – Codice Civile

(R.D. 16 marzo 1942, n. 262 - Aggiornato alla legge 26 novembre 2021, n. 206)

Clausola di scioglimento del contratto in caso di alienazione

Articolo 1603 - codice civile

Se si è convenuto che il contratto possa sciogliersi in caso di alienazione della cosa locata, l’acquirente che vuole valersi di tale facoltà deve dare licenza al conduttore rispettando il termine di preavviso stabilito dal secondo comma dell’art. 1596. In tal caso al conduttore licenziato non spetta il risarcimento dei danni, salvo patto contrario (1625, 2923).

Articolo 1603 - Codice Civile

Se si è convenuto che il contratto possa sciogliersi in caso di alienazione della cosa locata, l’acquirente che vuole valersi di tale facoltà deve dare licenza al conduttore rispettando il termine di preavviso stabilito dal secondo comma dell’art. 1596. In tal caso al conduttore licenziato non spetta il risarcimento dei danni, salvo patto contrario (1625, 2923).

Massime

L’acquisto di un immobile dato in locazione da parte di più persone comporta, ai sensi degli artt. 1599 e 1603 cod. civ., la loro sostituzione ex lege nella posizione di locatori, a pari titolo, dell’immobile stesso, con la conseguenza che, salvo che intervenga una novazione soggettiva del rapporto locatizio, con la unificazione nella persona di una di esse della qualità di solo ed esclusivo locatore, ciascuno dei comproprietari può esercitare le azioni che derivano dal contratto di locazione (nella specie, offerta di cambio di alloggio, ex art. 4 n. 2 della legge n. 253 del 1950), senza che sia necessaria l’integrazione del contraddittorio nei confronti degli altri comproprietari. Cassazione Civile sezione III, sentenza n. 5130, 10 ottobre 1984

Istituti giuridici

Novità giuridiche