(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Patto di preferenza

Articolo 1566 - Codice Civile

Il patto con cui l’avente diritto alla somministrazione si obbliga a dare la preferenza al somministrante (1341) nella stipulazione di un successivo contratto per lo stesso oggetto, è valido purché la durata dell’obbligo non ecceda il termine di cinque anni. Se è convenuto un termine maggiore, questo si riduce a cinque anni (1419).
L’avente diritto alla somministrazione deve comunicare al somministrante le condizioni propostegli da terzi e il somministrante deve dichiarare, sotto pena di decadenza, nel termine stabilito o, in mancanza, in quello richiesto dalle circostanze o dagli usi, se intende valersi del diritto di preferenza.

Articolo 1566 - Codice Civile

Il patto con cui l’avente diritto alla somministrazione si obbliga a dare la preferenza al somministrante (1341) nella stipulazione di un successivo contratto per lo stesso oggetto, è valido purché la durata dell’obbligo non ecceda il termine di cinque anni. Se è convenuto un termine maggiore, questo si riduce a cinque anni (1419).
L’avente diritto alla somministrazione deve comunicare al somministrante le condizioni propostegli da terzi e il somministrante deve dichiarare, sotto pena di decadenza, nel termine stabilito o, in mancanza, in quello richiesto dalle circostanze o dagli usi, se intende valersi del diritto di preferenza.

Note

Massime

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati