(R.D. 16 marzo 1942, n. 262)

Inammissibilità della convalida

Articolo 1423 - Codice Civile

Il contratto nullo non può essere convalidato (1444), se la legge non dispone diversamente (590, 799, 1972, 2332 , 2379).

Articolo 1423 - Codice Civile

Il contratto nullo non può essere convalidato (1444), se la legge non dispone diversamente (590, 799, 1972, 2332 , 2379).

Note

Massime

Il datore di lavoro, qualora un licenziamento collettivo sia stato dichiarato inefficace per un vizio procedurale, può procedere ad un nuovo licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, basato sugli stessi motivi sostanziali del precedente recesso, purché ne sussistano i requisiti, risolvendosi tale rinnovazione nel compimento di un negozio diverso dal precedente, che esula dallo schema dell’art. 1423 c.c., norma diretta ad impedire la sanatoria di un negozio nullo con effetti “ex tunc” e non a comprimere la libertà delle parti di reiterare la manifestazione della propria autonomia negoziale. Cass. civ., sez. , lav. 2 novembre 2015, n. 22357

L’esecuzione spontanea del contratto da parte dei contraenti non ne sana la nullità che, nel giudizio in cui sia fatta valere una pretesa fondata sul predetto contratto, deve essere, pertanto, rilevata, anche d’ufficio e contro la volontà delle parti, dal giudice, nell’esercizio del suo potere-dovere di accertare, indipendentemente dall’attività delle parti, l’esistenza dei fatti costitutivi del diritto dell’attore. * Cass. civ., sez. II, 24 dicembre 1994, n. 11156

Se è vero che il negozio giuridico nullo non è convalidabile, è però anche vero che la parte interessata può rinunciare all’azione di nullità così come può rinunciare al giudicato di nullità, dovendosi configurare queste rinunce come atti di disposizione della situazione sostanziale legittimamente all’azione di nullità. Esse rinunce comportano indirettamente l’impossibilità di divenire titolare dei diritti che eventualmente deriverebbero dalla suddetta situazione sostanziale, ma non possono configurarsi quali rinunce a diritti futuri. Cass. civ. sez. III 8 settembre 1977, n. 3925

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati