Art. 194 bis – Codice ambiente

(D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 - Norme in materia ambientale o Testo Unico Ambientale (TUA))

Procedure semplificate per il recupero dei contributi dovuti per il SISTRI

Art. 194 bis - codice ambiente

1. Per il recupero dei contributi per il SISTRI dovuti e non corrisposti e delle richieste di rimborso o di conguaglio da parte di utenti del SISTRI, il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, con proprio decreto di natura non regolamentare, stabilisce procedure semplificate per la regolarizzazione della posizione contributiva degli utenti, anche mediante ravvedimento operoso, acquiescenza o accertamento concordato in contraddittorio.
2. L’esperimento delle procedure di cui al presente articolo determina, all’esito della regolarizzazione della posizione contributiva, l’estinzione delle sanzioni per il mancato pagamento e non comporta l’obbligo di corrispondere interessi.
3. Al contributo previsto dall’articolo 7 del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 30 marzo 2016, n. 78, si applicano i termini di prescrizione ordinaria previsti dall’articolo 2946 del codice civile (1).

Art. 194 bis - Codice ambiente

1. Per il recupero dei contributi per il SISTRI dovuti e non corrisposti e delle richieste di rimborso o di conguaglio da parte di utenti del SISTRI, il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, con proprio decreto di natura non regolamentare, stabilisce procedure semplificate per la regolarizzazione della posizione contributiva degli utenti, anche mediante ravvedimento operoso, acquiescenza o accertamento concordato in contraddittorio.
2. L’esperimento delle procedure di cui al presente articolo determina, all’esito della regolarizzazione della posizione contributiva, l’estinzione delle sanzioni per il mancato pagamento e non comporta l’obbligo di corrispondere interessi.
3. Al contributo previsto dall’articolo 7 del decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 30 marzo 2016, n. 78, si applicano i termini di prescrizione ordinaria previsti dall’articolo 2946 del codice civile (1).

Note

(1) Tale disposizione è stata modificata dall’art. 1, comma 22, del D. Lgs. 3 settembre 2020, n. 116.

Istituti giuridici

Novità giuridiche