Sconto del 50% per chi decide di regolarizzare la propria posizione con la Cassa Forense

Processo esecuzione

Autodenunciarsi per poter accedere ad uno sconto sulle sanzioni: è questo il tema che la Cassa Forense sta decidendo di affrontare in questi giorni, proponendo forti tagli sulle sanzioni per l’avvocato che vuole “ravvedersi”.

La sanzione per il mancato versamento contributivo è pari al 24% dei contributi non versati con un minimo di 30 euro.
Le ipotesi sono diverse in caso di ritardo: si va dall’applicazione degli interessi moratori del 2,75% per chi paga entro 8 giorni dalla scadenza, sino al 6% dei contributi dovuti per chi paga dal 31simo al 150simo giorno dalla scadenza.
La sanzione più severa è comminata a chi paga oltre i 150 giorni e ammonta al 10% dei contributi mancanti oltre, ovviamente agli interessi di mora.

Coloro che, al contrario, vorranno spontaneamente regolarizzare la propria posizione, ravvedendosi, potranno accedere a due opzioni: la spontanea regolarizzazione e l’accertamento con adesione.
La prima permetterà al professionista di accedere ad una riduzione della sanzione pari al 50%, la seconda, invece, la riduzione di un terzo.
La spontanea regolarizzazione si può richiedere nella proprio area personale sul sito della Cassa Forense, e si conclude col pagamento del quantum debeatur entro 120 giorni dalla notifica del conteggio dal parte della Cassa previdenziale.
L’accertamento con adesione, invece, può essere richiesto quando all’iscritto è stata già notificata dalla cassa la contestazione dell’inadempimento: l’avvio di questa procedura porterà una riduzione della sanzione dal 16% al 24%.

Nei casi in cui il professionista iscritto alla Cassa accede alla regolarizzazione spontanea ed ha comunque effettuato pregressi pagamenti parziali potrà accedere ad una doppia riduzione delle sanzioni.

Naturalmente, quando il quantum debeatur è superiore ad €1.000,00, l’avvocato potrà richiedere la rateizzazione del pagamento entro 60 giorni dalla ricezione del conteggio delle somme da parte della Cassa.
Per l’esposizioni superiori ai 10mila euro, la rateizzazione può durare fino a 5 anni.
Il mancato pagamento di una sola rata porterà con se il decadimento della riduzione delle sanzioni.

processo esecuzione

Autodenunciarsi per poter accedere ad uno sconto sulle sanzioni: è questo il tema che la Cassa Forense sta decidendo di affrontare in questi giorni, proponendo forti tagli sulle sanzioni per l’avvocato che vuole “ravvedersi”.

La sanzione per il mancato versamento contributivo è pari al 24% dei contributi non versati con un minimo di 30 euro.
Le ipotesi sono diverse in caso di ritardo: si va dall’applicazione degli interessi moratori del 2,75% per chi paga entro 8 giorni dalla scadenza, sino al 6% dei contributi dovuti per chi paga dal 31simo al 150simo giorno dalla scadenza.
La sanzione più severa è comminata a chi paga oltre i 150 giorni e ammonta al 10% dei contributi mancanti oltre, ovviamente agli interessi di mora.

Coloro che, al contrario, vorranno spontaneamente regolarizzare la propria posizione, ravvedendosi, potranno accedere a due opzioni: la spontanea regolarizzazione e l’accertamento con adesione.
La prima permetterà al professionista di accedere ad una riduzione della sanzione pari al 50%, la seconda, invece, la riduzione di un terzo.
La spontanea regolarizzazione si può richiedere nella proprio area personale sul sito della Cassa Forense, e si conclude col pagamento del quantum debeatur entro 120 giorni dalla notifica del conteggio dal parte della Cassa previdenziale.
L’accertamento con adesione, invece, può essere richiesto quando all’iscritto è stata già notificata dalla cassa la contestazione dell’inadempimento: l’avvio di questa procedura porterà una riduzione della sanzione dal 16% al 24%.

Nei casi in cui il professionista iscritto alla Cassa accede alla regolarizzazione spontanea ed ha comunque effettuato pregressi pagamenti parziali potrà accedere ad una doppia riduzione delle sanzioni.

Naturalmente, quando il quantum debeatur è superiore ad €1.000,00, l’avvocato potrà richiedere la rateizzazione del pagamento entro 60 giorni dalla ricezione del conteggio delle somme da parte della Cassa.
Per l’esposizioni superiori ai 10mila euro, la rateizzazione può durare fino a 5 anni.
Il mancato pagamento di una sola rata porterà con se il decadimento della riduzione delle sanzioni.

Codici e leggi

Codice Ambiente

Codice Antimafia

Codice Antiriciclaggio

Codice Civile

Codice Crisi d’Impresa

Codice dei Beni Culturali

Codice dei Contratti Pubblici

Codice del Consumo

Codice del Terzo Settore

Codice del Turismo

Codice dell’Amministrazione Digitale

Codice della Navigazione

Codice della Privacy

Codice della Protezione Civile

Codice della Strada

Codice delle Assicurazioni

Codice delle Comunicazioni Elettroniche

Codice delle Pari Opportunità

Codice di Procedura Civile

Codice di Procedura Penale

Codice Giustizia Contabile

Codice Penale

Codice Processo Amministrativo

Codice Processo Tributario

Codice Proprietà Industriale

Codice Rosso

Costituzione

Decreto Cura Italia

Decreto Legge Balduzzi

Disposizioni attuazione Codice Civile e disposizioni transitorie

Disposizioni di attuazione del Codice di Procedura Civile

Disposizioni di attuazione del Codice Penale

DPR 445 – 2000

Legge 104

Legge 23 agosto 1988 n 400

Legge 68 del 1999 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili)

Legge Basaglia

Legge Bassanini

Legge Bassanini Bis

Legge Cambiaria

Legge Cure Palliative

Legge Di Bella

Legge Diritto d’Autore

Legge Equo Canone

Legge Fallimentare

Legge Gelli-Bianco

Legge Mediazione

Legge Pinto

Legge Severino

Legge Sovraindebitamento

Legge sul Divorzio

Legge sul Procedimento Amministrativo

Legge sulle Locazioni Abitative

Legge Testamento Biologico

Legge Unioni Civili

Norme di attuazione del Codice di Procedura Penale

Ordinamento Penitenziario

Preleggi

Statuto dei Lavoratori

Statuto del Contribuente

Testo Unico Bancario

Testo Unico Edilizia

Testo Unico Enti Locali

Testo Unico Espropri

Testo Unico Imposte sui Redditi

Testo Unico Iva

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza

Testo Unico Sicurezza Lavoro

Testo Unico Stupefacenti

Testo Unico Successioni e Donazioni

Testo Unico sul Pubblico Impiego

Testo Unico sull’Immigrazione

Altre leggi

Codice Deontologico Forense

Codici Deontologici

Disciplina comunitaria e internazionale

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati – P.IVA 02542740747