L’Ass. Italiana Praticanti Avvocati ha annunciato un ricorso contro l’attuale modalità di svolgimento dell’esame di abilitazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
logo aipav

AIPAVV con un Comunicato stampa ha annunciato che proporrà un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro l’attuale modalità di svolgimento esame di abilitazione.
La decisione è stata presa poche ore dopo la pubblicazione degli esiti delle prove scritte d’esame all’abilitazione forense.

Il dato che preoccupa l’Associazione è che meno del 35% dei partecipanti ha ottenuto un risultato valido per accedere all’esame orale.

In particolare viene denunciato un sistema di verifica delle competenze “anacronistico” e la difformità del metodo di valutazione delle varie Commissioni d’esame, evidenziando, anche, come il metodo di correzione da remoto poco si presta alla tipologia d’esame.

All’attenzione del Presidente della Repubblica verrà esposta anche la richiesta dell’integrazione dell’obbligo della motivazione, obbligo che fino ad oggi non sussiste.

Per tutti coloro che, sfortunatamente, non hanno superato la prova scritta l’associazione mette a disposizione il seguente indirizzo mail per aderire al ricorso: info@leonefell.com

Di seguito la copia del comunicato stampa:

logo aipav

AIPAVV con un Comunicato stampa ha annunciato che proporrà un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro l’attuale modalità di svolgimento esame di abilitazione.
La decisione è stata presa poche ore dopo la pubblicazione degli esiti delle prove scritte d’esame all’abilitazione forense.

Il dato che preoccupa l’Associazione è che meno del 35% dei partecipanti ha ottenuto un risultato valido per accedere all’esame orale.

In particolare viene denunciato un sistema di verifica delle competenze “anacronistico” e la difformità del metodo di valutazione delle varie Commissioni d’esame, evidenziando, anche, come il metodo di correzione da remoto poco si presta alla tipologia d’esame.

All’attenzione del Presidente della Repubblica verrà esposta anche la richiesta dell’integrazione dell’obbligo della motivazione, obbligo che fino ad oggi non sussiste.

Per tutti coloro che, sfortunatamente, non hanno superato la prova scritta l’associazione mette a disposizione il seguente indirizzo mail per aderire al ricorso: info@leonefell.com

Di seguito la copia del comunicato stampa:

Metti in mostra la tua 
professionalità!

Scarica il pdf

Gli ultimi articoli

I più letti