La Cassa Forense ha prorogato la scadenza per il pagamento dei contributi minimi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
cassa forense

La Cassa Forense, con una nota, ha comunicato novità per quanto concerne le scadenze per pagare i contributi minimi per l’anno 2020. La Cassa ha fatto sapere di aver posticipato il termine ultimo per il versamento. dal 30 settembre, data canonica, al 31 dicembre 2020.

La cassa ha specificato che il termine non solo è valido per la quarta ed ultima rata, ma per il totale del quantum debeatur, infatti: “potrà effettuare il versamento delle quattro rate entro il 31 dicembre 2020, senza applicazione di interessi e sanzioni“.

Il pagamento, naturalmente, potrà essere effettuato mediate MAV, bonifico bancario, bollettino postale o Forense Card, semplicemente accedendo alla propria area riservata sul sito internet ufficiale della Cassa Forense.

Il contributo minimo soggettivo ammonta a 2890,00 euro, è dimezzato per i praticanti infra 35enni al primo anno di iscrizione, e per tutti coloro che sono iscritti da meno di sei anni all’albo ammonta a 722,50 euro.
“Le prime tre rate del 29 febbraio, 30 aprile e 30 giugno 2020 sono state determinate e poste in riscossione sulla base del contributo minimo dell’anno 2019, mentre la quarta ed ultima rata, prorogata al 31 dicembre 2020, comprende il conguaglio dell’effettivo contributo dovuto per l’anno 2020 oltre al contributo di maternità“.

L’importo del contributo di maternità è pari a 95,39 euro e può essere versato entro il 31 dicembre 2020, anziché nel termine ordinario del 30 settembre.

cassa forense

La Cassa Forense, con una nota, ha comunicato novità per quanto concerne le scadenze per pagare i contributi minimi per l’anno 2020. La Cassa ha fatto sapere di aver posticipato il termine ultimo per il versamento. dal 30 settembre, data canonica, al 31 dicembre 2020.

La cassa ha specificato che il termine non solo è valido per la quarta ed ultima rata, ma per il totale del quantum debeatur, infatti: “potrà effettuare il versamento delle quattro rate entro il 31 dicembre 2020, senza applicazione di interessi e sanzioni“.

Il pagamento, naturalmente, potrà essere effettuato mediate MAV, bonifico bancario, bollettino postale o Forense Card, semplicemente accedendo alla propria area riservata sul sito internet ufficiale della Cassa Forense.

Il contributo minimo soggettivo ammonta a 2890,00 euro, è dimezzato per i praticanti infra 35enni al primo anno di iscrizione, e per tutti coloro che sono iscritti da meno di sei anni all’albo ammonta a 722,50 euro.
“Le prime tre rate del 29 febbraio, 30 aprile e 30 giugno 2020 sono state determinate e poste in riscossione sulla base del contributo minimo dell’anno 2019, mentre la quarta ed ultima rata, prorogata al 31 dicembre 2020, comprende il conguaglio dell’effettivo contributo dovuto per l’anno 2020 oltre al contributo di maternità“.

L’importo del contributo di maternità è pari a 95,39 euro e può essere versato entro il 31 dicembre 2020, anziché nel termine ordinario del 30 settembre.

Metti in mostra la tua 
professionalità!