Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Firmato il Dpcm che proroga le norme precauzionali anti-covid fino al 7 settembre

giuseppe conte

Il Presidente del Consiglio ha firmato il Dpcm che proroga le norme precauzionali anti-covid contenute nel Decreto del 7 agosto 2020 fino al 7 ottobre.

Il Decreto getta le basi per la ripresa delle attività scolastiche di ogni ordine e grado per l’imminente anno accademico.
Le indicazioni per la ripresa delle lezioni sono state redatte sulla base delle direttive dell’Istituto Superiore di Sanità.

Altra novità portata in seno dal nuovo Dpcm vi è l’autocertificazione per l’ingresso in Italia per i viaggiatori che provengono da tratte che erano state chiuse fino ad oggi: il documento attesterà che il visitatore risiederà da un soggetto “anche non convivente” ma con il quale “vi sia una stabile relazione affettiva”.
Gli Stati di provenienza per cui vi sarà necessita dell’autocertificazione sono: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia, Colombia.
Per tutti gli altri Stati valgono le regole già in vigore: chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve fare obbligatoriamente il tampone.
Chi arriva da Romania e Bulgaria deve stare in quarantena.

giuseppe conte

Il Presidente del Consiglio ha firmato il Dpcm che proroga le norme precauzionali anti-covid contenute nel Decreto del 7 agosto 2020 fino al 7 ottobre.

Il Decreto getta le basi per la ripresa delle attività scolastiche di ogni ordine e grado per l’imminente anno accademico.
Le indicazioni per la ripresa delle lezioni sono state redatte sulla base delle direttive dell’Istituto Superiore di Sanità.

Altra novità portata in seno dal nuovo Dpcm vi è l’autocertificazione per l’ingresso in Italia per i viaggiatori che provengono da tratte che erano state chiuse fino ad oggi: il documento attesterà che il visitatore risiederà da un soggetto “anche non convivente” ma con il quale “vi sia una stabile relazione affettiva”.
Gli Stati di provenienza per cui vi sarà necessita dell’autocertificazione sono: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Serbia, Colombia.
Per tutti gli altri Stati valgono le regole già in vigore: chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve fare obbligatoriamente il tampone.
Chi arriva da Romania e Bulgaria deve stare in quarantena.

Office Advice Logo

Office Advice © 2020 – Tutti i diritti riservati